energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

VenerdìLibri/ “Il Ballo” di Irène Némirovsky

Da qualche settimana in libreria e nelle edicole sono apparsi dei tascabili Newton Compton al prezzo ultraeconomico di 99 centesimi, hanno scalato le classifiche dei più venduti, piazzando addirittura sette titoli su dieci posizioni. Colpa della crisi che ha reso il libro un genere di lusso, l’offerta stracciata per titoli che vanno dai classici, ai romanzi storici, ai racconti, non poteva passare inosservata spingendo probabilmente all’acquisto anche coloro che in genere non osano ma che trovandosi davanti l’espositore con dodici proposte semmai sono stati colti dall’indecisione su cosa scegliere. Impossibile non paragonare questa iniziativa con la collana Millelire di Stampa Alternativa che alla fine degli anni ’80 e per oltre un decennio ha rivoluzionato il mercato editoriale, solo della “Lettera sulla Felicità di Epicuro a Meneceo ne furono venduti 2 milioni di copie, in seguito proposti a blocchi anche in simpatici cofanetti a forma di oggetti di consumo come un pacchetto di sigarette o una confezione di latte.

Tra le proposte Newton Compton segnaliamo il racconto breve “Il ballo” scritto nel 1928 da Irène Némirovsky appena venticinquenne e pubblicato nel 1930 da Grasset, qui pubblicato nella traduzione di Alessandra Di Lernia, con una introduzione di Maria Nadotti e una nota bibliografica. Un piccolo capolavoro narrativo visto che già nel 1931 ne verrà realizzata una versione cinematografica. Alfred Kampf “piccolo ebreo scarno con gli occhi di fuoco” ex usciere di una banca e la moglie Rosine, la dattilografa del capo sposata poco prima della nascita di Antoniette, dopo undici anni si ritrovano a capo di una fortuna economica grazie a un audace colpo in Borsa, prima con il ribasso del franco e poi della sterlina nel 1926.

La ricchezza non basta, è necessario mettere a punto una strategia di ascesa sociale di cui anche l’educazione della figlia fa in qualche modo parte, ma soprattutto di tessere relazioni importanti. Cosa di meglio se non un “ballo”? Un ricevimento da organizzare nella nuova casa. Un ‘occasione che la quattordicenne Antoniette, astutamente relegata al mondo dell’infanzia dalla madre, saprà ben sfruttare per mettere in atto la sua vendetta personale verso i suoi genitori e alla classe sociale che rappresentano. Temi cari all’autrice che l’accompagneranno per tutto l’arco della sua produzione qui sintetizzati in pagine immortali.

Irène Némirovsky

Il Ballo

Newton Compton

Pagg.126

Euro 0,99

Print Friendly, PDF & Email
Translate »