energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ultimi acquisti di Natale

Natale, tempo di regali e di pensieri. Mancano ormai pochi giorni alla scadenza e per quelli che concentrano gli acquisti all’ultimo momento una buona soluzione può essere un libro. Tra le proposte delle case editrici, grandi e piccole, ecco alcuni suggerimenti e proposte da mettere sotto l’albero. Per Romano editore segnaliamo l’ultimo lavoro di Paolo Ciampi, giornalista e scrittore fiorentino “Il babbo era un ladro. Storia fiorentina di amori e di galere” ( pag.206, Euro, 13). Da una frase appena percepita lo spunto per un’indagine sul passato e su una figura paterna di cui si sa quasi niente, se non qualche trafiletto recuperato dalla cronaca dei giornali di tanto tempo fa. Stefania Valbonesi invece con la sua “Cronaca ravennate” ( pag.140, Euro 13) ci porta nella sua città natale in cui ambienta un’agile romanzo dalle tinte noir. Ancora una volta la giornalista e scrittrice convince per la sua capacità di invenzione narrativa  e di autentica complicità con il lettore che riesce a creare con le sue avvincenti storie.

Dallo scaffale della casa editrice Giuntina, scegliamo “Non temere e non sperare” di Yehoshua Kenaz, con traduzione di Shulim Vogelmann e Rosanella Volponi ( pag.768 Euro 19). Ambientato in Israele, negli anni ’50, a pochi anni dalla fondazione dello Stato, narra le vicende di un gruppo di giovani, affetti da lievi problemi fisici, durante il loro periodo di addestramento, un affresco della nascente nazione con tutte le sue contraddizioni e le speranze condivise. In omaggio, per chi acquista direttamente sul sito della casa editrice, anche una copia di “Momento musicale” sempre dello stesso autore. Se il budget è limitato ma non vogliamo rinunciare a un libro “di carta”, un’idea simpatica è quella dei “pacchetti” dell’Orma editore ( 5, euro l’uno) che possono essere spediti direttamente a casa del destinatario con un francobollo da 1,50. Gli autori tra cui scegliere in questa tornata natalizia sono : un Kafka acuto e imprevisto pedagogo, Luigi Pirandello con le sue lettere a Marta Abba, musa ispiratrice, Stendhal con le sue lettere di pensiero e desiderio e infine Edgar Allan Poe con quattro racconti a carattere epistolare nella traduzione di Giorgio Manganelli. Acquistando insieme i quattro pacchetti un taccuino in regalo per affrancare i pensieri. “Non è tempo per noi” edito da Rizzoli ( pag.178, Euro 17) è l’ultimo di libro del giornalista toscano Andrea Scanzi, firma del quotidiano Il Fatto, autore e attore teatrale. Dal titolo della celebre canzone di Ligabue il ritratto impietoso e autoironico della generazione dei  quarantenni di oggi, la  generazione di mezzo, più rottamata che rottamatrice.  Aldo Cazzullo, giornalista di punta del Corriere della Sera, con il suo “Basta piangere!” edito da Mondadori Strade Blu ( pag.144, euro, 14,90) invece,  si rivolge ai giovani di oggi per raccontare la storia della sua generazione, quella degli anni ’60  e di quelle che lo hanno preceduto, dice “Mia bisnonna sposò un uomo che non aveva mai visto: non era la persona giusta con cui lamentarmi per le prime pene d’amore. Mio nonno fece la Grande Guerra e vide i suoi amici morire di tifo: non potevo lamentarmi con lui per il morbillo. L’altro nonno da bambino faceva a piedi 15 chilometri per andare al lavoro perché non aveva i soldi per la corriera: come lamentarmi se non mi compravano il motorino?”.  Come dargli torto?

Print Friendly, PDF & Email
Translate »