energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anche i cani ballano: la Dogdance

Pare che gli allenamenti risultassero migliorati al punto che nel 1984 in America nacque la W.C.F.O. (World canine freestyle organization). Giunta in Inghilterra nei primi anni ’90, questa disciplina sportiva si è poi diffusa in Italia ed anche in Toscana.
Per praticare la Dogdance non è necessario conoscere la danza: è l’addestratore che compone un programma per uomo e cane che, insieme, eseguono figure ed esercizi a tempo di musica.
L’obiettivo è, come in ogni danza di coppia, far emergere il lavoro di squadra nei suoi aspetti scenografici e atletici e, perché no, artistici.
In ogni caso il cane non è mai costretto a compiere esercizi e passi innaturali, perché lo scopo è il desiderio di migliorare la relazione uomo-cane, la loro capacità di comunicare e, in particolare, le qualità mentali e fisiche del cane, rispettandone al massimo le caratteristiche e lo stile.
Per regolamento possono praticare la Dogdance cani di ogni tipo, di razza o meticci, e persone anche con disabilità.
Dal 2010 in Italia si svolgono con cadenza biennale i Dog Olimpic Games che comprendono gare di varie discipline quali Agility, Disc dog, Nuoto ed anche Dogdance: sul sito DOG Olimpic games  si trovano tutte le informazioni su eventi, regolamenti e contatti.

Foto dal sito: http://www.continental-bulldog.com

Print Friendly, PDF & Email
Translate »