energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Estate a Villa Strozzi con danza, musica e arte

Anche quest’anno la Limonaia di Villa Strozzi e le architetture di Giovanni Michelucci ospiteranno, dal 1 luglio al 15 settembre, Parco danza, la rassegna realizzata da Officine creative in collaborazione con il Teatro Cantiere Florida e ADAC Toscana che porterà sul palcoscenico dell’anfiteatro undici serate dedicate alla danza: dalla classica all’Hip hop, da incontri a tema a serate dedicate alle giovani promesse della coreografia.
Questo posto viene restituito alla sua vocazione, ospitare la danza – ha detto Riccardo Ventrella direttore artistico dell’Estate fiorentina presentando la manifestazione – una delle espressioni artistiche che più soffrono la crisi, basta pensare al Maggio fiorentino. Qui abbiamo tentato una cosa virtuosa, tenere insieme in una rete proposte di soggetti diversi. Dare un punto di identificazione a quella danza che non ha casa sarebbe un buon obiettivo anche invernale.”

Nel frattempo, pensando all’estate, saranno tre le compagnie al centro della scena: Opus ballet, Simona Bucci e Versiliadanza, che proporranno un programma unitario di eventi sui valori e i linguaggi della danza.
Vittoria_Ottolenghi.jpgSi parte in 1 luglio con una serata dedicata a Vittoria Ottolenghi: alle 19 un incontro ricorderà la grande critica e giornalista italiana di danza scomparsa lo scorso dicembre con interventi di Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Micha Van Hoecke e molti altri. L'evento sarà accompagnato da interventi di urban space di Renato Scapecchi, Delicious Kids, Mirco Pastore, e di danza aerea con Gabriel Zoccola e Eleonora Valorz. Alle 21.30 un gala di danza vedrà sul palco, tra gli altri, le compagnie ALDES, Antitesi Ensemble, Jr. Balletto di Toscana Compagnia Opus Ballet, Versiliadanza, Giuseppe Picone, Cristina Rizzo, Massimiliano Barachini, Lisa Brasile, Claudio Javarone, Riccardo e Marzia Degl'Innocenti. Il ricavato della serata sarà devoluto a favore della creazione di una fondazione intitolata a Vittoria Ottolenghi, la donna che ha fatto la differenza nella danza.

Si prosegue il 2 luglio con Visioni urbane, coreografie di Lisa Brasile, Endro Bartoli, Marisa Ragazzo, Omid Ighani ed Elisa Balugani che intrecciano nuove forme di comunicazione giovanile: Hip hop, musica e contaminazioni. Il giorno successivo, la compagnia Opus Ballet rivisiterà in chiave contemporanea, con le coreografie e la regia di Loris Petrillo, il celebre e classico Lago dei cigni per evidenziarne i legami con la nostra attualità.
Seguiranno due serate dedicate alle proposte e alla formazione. Il 4 luglio le migliori scuole di danza toscane e italiane si presenteranno ai giovani e agli studenti in una sorta di vetrina che mostri i massimi livelli dell’arte tersicorea nazionale. Il 5 e il 10 luglio, invece, sarà la volta dei giovani coreografi che metteranno in scena le loro proposte.
Con la compagnia Simona Bucci, il 16 luglio avremo un’interpretazione dei grandi classici con Giuditta e Oloferne e Orfeo & Euridice: rievocazioni l’una della drammaticità della donna virtuosa che uccide per salvare il suo popolo e l’altra della vicenda dei due innamorati narrata da Ovidio.
A concludere il programma, quattro serate con Versiliadanza. Il 17 luglio Zone interattive presenterà un percorso interdisciplinare di danza, video e musica dal vivo all’interno degli spazi di Villa Strozzi mentre il 15 settembre, a chiusura della manifestazione, il reading coreografico Il fiore del dolore sarà dedicato alle figure di Don Puglisi a vent’anni dalla morte e del poeta fiorentino Mario Luzi – autore dell’opera omonima – di cui ricorrono i cento anni dalla nascita. Nell’anno della beatificazione di Don Puglisi la grande rappresentazione poetica e civile composta da Luzi, costituirà l’occasione per ricordare, attraverso la danza, il martirio del prete ucciso dalla mafia e un tema ancora scottante della nostra storia.
_DSC2330.JPG

Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email
Translate »