energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gli appuntamenti di Sosta con la danza contemporanea

Arezzo – L’Associazione Sosta Palmizi presenta l’VIII edizione della rassegna INVITO DI SOSTA Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore. La rassegna offre al pubblico un variegato panorama artistico, presentando compagnie giovani ed emergenti insieme ad autori storici della danza contemporanea italiana e non solo.  In apertura domenica 15 novembre alle ore 18.15 al Teatro Mecenate, lo spettacolo Happy Hour di e con Mauro Paccagnella e Alessandro Bernardeschi/compagnia Woosh’ing Machine (Belgio).

Lo spettacolo è la quarta stanza del progetto CONTI SPARSI ed è una “riunione”. Mauro Paccagnella e Alessandro Bernardeschi si rincontrano per un progetto in duo, forti di una conoscenza e di una complicità reciproche sviluppate in quasi vent’anni di spettacoli attraversati assieme in progetti di Caterina Sagna, Olga de Soto e Karine Ponties.

Il punto di partenza non é un testo o una drammaturgia scritta a monte, ma la volontà di composizione coreografica eseguita da due corpi simili e diversi allo stesso tempo, due corpi che hanno vissuto e attraversato lo stesso numero di anni, due corpi quasi dello stesso peso, con gli stessi peli, piu’ o meno le stesse calvizie, di certo le stesse rughe. Due qualità di movimento diverse ma complementari, due corpi in confidenza l’uno con l’altro che sanno come abbandonarsi, respingersi e restringersi. In una danza che sia anche combattimento, seguendo le voci dei madrigali di Monteverdi, ma anche quelle di Bob Dylan e della pop italiana. Una danza che scava nella memoria di questi due adolescenti degli anni 70 in Italia, figli della televisione e di una politica infame.

Invito di Sosta continua il 18 dicembre con lo spettacolo 6 QUI; a 30 anni da Il cortile -spettacolo cardine della prima generazione della danza contemporanea d’autore italiana- e dalla fondazione del collettivo storico Sosta Palmizi, ritroviamo insieme sul palco i 6 artisti che ne sono stati i fautori, protagonisti di un’innovazione coreografica, comunicativa e drammaturgica: Michele Abbondanza, Francesca Bertolli, Roberto Castello, Roberto Cocconi, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi accompagnati dal compositore e pianista Arturo Annecchino.

Il 24 gennaio sarà la volta di Fabrizio Favale con il suo Orbita, spettacolo che vede i quattro danzatori in scena incontrarsi nella costruzione d’un mantra, d’una formula incantatoria, che tende all’infinito. Il 28 febbraio ospite della rassegna (ZERO), progetto Vincitore Premio Equilibrio Roma 2015,ideato e interpretatodalla compagnia Cuenca/Lauro; in scena troviamo i due artisti, Elisabetta Lauro e César Augusto Cuenca Torres, in continuo movimento e nella perenne ricerca di quelle certezze demolite dal vortice dello zero. Il 13 marzo l’artista Helen Cerina presenta il suo Iperrealismi, spettacolo in cui la danza prende forma grazie all’imitazione artistica della realtà e alla geniale esaltazione dei quotidiani gesti umani.Il 15 aprile, chiude Invito di Sosta la compagnia MK di Michele Di Stefano con lo spettacolo Robinson – recto/verso, una rilettura della figura creata da Defoe affidata solo ai corpi che danzano il linguaggio più adatto per l’incontro con l’altro.

Al termine di ogni spettacolo, come ogni anno, il pubblico potrà confrontarsi con gli artisti, partecipando a preziosi momenti di conoscenza e approfondimento, importanti sia per gli spettatori che per gli stessi artisti.

L’Associazione Sosta Palmizi, diretta da Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, agisce sul territorio aretino da circa vent’anni, promuovendo l’attività coreografica dei direttori artistici e dei suoi Artisti Associati, come realtà di riferimento nell’ambito della creatività coreutica contemporanea, sensibile alla formazione e all’accompagnamento delle giovani generazioni.

Print Friendly, PDF & Email
Translate »