energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Kledi Kadiu: il tango è deciso, virile e appassionato come me

Non ha bisogno di presentazioni. Dopo aver partecipato a tante trasmissioni televisive ed aver conquistato grande popolarità, dal 2011 Kledi conduce su Rai5 la trasmissione Progetti di danza, un viaggio tra i grandi protagonisti del balletto mondiale e delle più famose forme di danza. Come il Tango, a cui ha dedicato una puntata della trasmissione e che dal 6 marzo porterà in tournée con la compagnia del Balletto di Roma. Insieme a lui intervistiamo anche Alessandro Tresa, regista di Progetti di danza, che ci racconta come sarà la prossima edizione della trasmissione.

Tra poco partirai in tournée con un nuovo adattamento di Contemporary Tango del Balletto di Roma. Cosa e cambiato rispetto alla precedente edizione?
Sono subentrato io! Milena Zullo, la coreografa, ha creato dei passi a due e degli assolo in più e introdotto il ruolo principale del protagonista perché in passato non c’era un vero primo ballerino.

Com’è nata l’idea di partecipare allo spettacolo?
Avevo già collaborato nel 2007 con il Balletto di Roma, mi è stato proposto di partecipare a questo spettacolo sul tango e ho detto subito di sì. Perché sono sempre stato attratto dal mondo del tango e della sua musica. Ovviamente è un tango contemporaneo, non ci sono i passi tradizionali dei tanghèri argentini. Però il clima è quello. Si racconta di un gruppo di persone che si incontrano in una milonga facendo sparire ogni categoria sociale. Ci sono il muratore e la principessa ma per un attimo, nella miloga, tutto si azzera. Il bello del tango è che ti fa vivere in un grande sogno, bello, con tanti colori.

kledi_foto_3-2.jpgE’ un ballo che hai già praticato in passato e a cui hai dedicato anche una puntata di Progetti di danza. Cosa rappresenta il Tango per te?
Un po’ lo sento mio, caratterialmente parlando. Lo sento deciso, virile, appassionato e passionale. E’ tutto ciò che penso di avere e che ritrovo nel tango. Il tango accomuna tutti, ha avuto questa forza di unire il mondo. Lo possono praticare tutti e ognuno esprimendo la sua vita e il suo vissuto. Le donne trovano nel ballerini della milonga quello che non trovano nei mariti e fidanzati. Viceversa, gli uomini ritrovano il corteggiamento, lo sguardo.

Le musiche di Contemporary Tango saranno dei grandi classici, Piazzolla, Demare, Troilo, D'Arienzo, Pugliese, eppure ne racconterà lo spirito attuale. E’ un modo per sottolinearne la contemporaneità?
Milena Zullo ha voluto inserire ciò che avviene nella nostra realtà, una serie di elementi che rispecchiano la vita quotidiana. Al di là dei passi, la modernità del tango consiste nel fatto che ognuno lo può trasformare a modo suo.

Dopo Contemporary Tango cosa farai? Hai da poco terminato Progetti di danza su Rai5, riscuotendo un notevole successo anche perché hai raccontato la danza in molte delle sue manifestazioni. Ci sarà una nuova edizione?
Sicuramente ci sarà una quarta edizione, su cui lavoreremo da aprile e che andrà in onda a settembre.

Tra i tuoi progetti c’è anche il cinema?
Per ora no, ci sono state esperienze di passaggio, senza avere la presunzione di fare cinema. L’ho fatto con la serietà che metto in ogni cosa però il cinema non è un mio obiettivo di vita e professionale.

Kledi_foto_2-3.jpgKledi, che abbiamo intervistato a Firenze, durante Danza in Fiera, è accompagnato da Alessandro Tresa, regista di Progetti di danza, a cui abbiamo rivolto qualche domanda sulla nuova edizione della trasmissione.

Come mai sei a Firenze con Kledi?
Perché gli sto letteralmente dietro da due settimane con i miei operatori per registrare un documentario lungo di Contemporary Tango. Voglio raccontare come nasce la coreografia in una compagnia esistente già da anni come il Balletto di Roma, come è stato accolto Kledi, descrivere le prove e quindi l’incontro con Claudia Vecchi, la ballerina.

Un’intervista per immagini.
Certo, che includerà interviste a caldo al termine delle prove e si concluderà un attimo prima che tutti salgano sul palco per lo spettacolo finale. Sarà uno speciale di Progetti di danza, che ho voluto pensando che chi non conosce la danza desideri sapere come nasce una coreografia ed entrare in contatto con il gruppo di lavoro che c’è dietro uno spettacolo.

Dunque è destinata a un pubblico di non esperti?
Certo, e le domande rivolte a Kledi e al gruppo di lavoro sono proprio da pubblico medio. Perché Progetti di danza, rispetto al primo anno in cui era settoriale, ha allargato la sua visuale, anche per ampliare il pubblico che ci segue, aprendo ai non addetti ai lavori.  Ed in effetti gli ascolti sono aumentati. Abbiamo cercato di ridurre il gap che c’è tra gli esperti di danza e chi non ne sa niente ma che noi vogliamo includere nel nostro pubblico.

Contemporary Tango con il Balletto di Roma
coreografia Milena Zullo
musiche Astor Piazzolla, Lucio Demare, Anibal Troilo, Juan D'Arienzo, Osvaldo Pugliese, Francisco Canaro, Angel Villoldo
costumi Giuseppina Maurizi
maître de ballet / ass.te alle coreografie Piero Rocchetti
light designer Emanuele De Maria

6 marzo Teatro Gioacchino Rossini – Pesaro 
7 marzo Cineteatro Luigi Cicconi – Sant'Elpidio a Mare 
14 marzo Teatro del Popolo – Castelfiorentino 
15 marzo Teatro Eleonora Duse – Bologna 
16 marzo Teatro Comunale Marcello Mascherini – Azzano Decimo 
17 marzo Teatro Accademia – Conegliano 
dal 23 al 28 aprile Teatro Vascello – Roma

Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email
Translate »