energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

La danza contemporanea di MOTUS al Teatro Romano

Fiesole – Sabato 25 Giugno 2022 alle ore 21:15 l’Estate Fiesolana ospita l’anteprima dello spettacolo “Ingratitudine”, la nuova produzione di MOTUS, realizzata con il sostegno della Regione Toscana.

Come si intuisce immediatamente dal titolo, lo spettacolo analizza un sentimento che appartiene da sempre all’umanità e che ha condizionato la storia antica come quella moderna.

Secondo Goethe “L’ingratitudine è una forma di debolezza” mentre per Cervantes “L’ingratitudine è figlia della superbia”. Dunque un Sentimento attualissimo, con tutte le ferite che apre, in un tempo nel quale tutti abbiamo fretta e facciamo fatica a ricordare, anche quando farlo sarebbe un nostro sacrosanto dovere. Specialmente dopo una crisi pandemica globale e con una guerra che divampa nel cuore d’Europa.

Eppure i benefattori che generosamente hanno offerto supporto ed aiuto, finiscono per essere criticati ed odiati proprio da coloro che sono stati maggiormente beneficiati. Infatti il popolo, chiamato a scegliere, tra Gesù e Barabba, sceglie sempre Barabba.

Il Teatro Romano di Fiesole, primo teatro antico in Italia ad aver accolto la tragedia classica, è forse il luogo migliore per portare in scena l’ingratitudine, un male antico, quasi genetico, da cui nessuno si può dichiarare immune.

Le coreografie, su musiche di autori vari, sono realizzate da Simona Cieri che cura la regia con la sorella Rosanna Cieri, e sono interpretate da Martina Agricoli, Ilaria Fratantuono, Lukas Lizama Garrido, Roberta Morello, Gian Maria Picciau e Mattia Solano.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »