energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Progetto tango per persone con la sindrome di Down

Firenze – Una serie di lezioni gratuite dedicate ad allievi con la sindrome di Down e non, per promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale in un’ottica di condivisione della passione per il Tango e il ballo. E’ questo l’obiettivo del progetto Tango T21 promosso dall’associazione “Pablo Tango Firenze” che, con il patrocinio del Comune di Firenze, ha organizzato per tutti i martedì – dal 7 novembre al 12 dicembre – delle lezioni gratuite di Tango che si terranno a La Perla Vam di via Forlanini 164.

“I ragazzi portatori di SD vivono una vita incentrata sulla famiglia e sulle opportunità offerte dall’associazionismo, che offre loro la possibilità di maturare esperienze e stringere nuovi legami – spiegano gli organizzatori, Giovanni Eredia, maestro di Tango, e Eleonora Paparo, psicologa e ballerina di tango – Il punto debole è che spesso tali esperienze sono come racchiuse in un recinto “particolare”, fatto dalle persone e dai familiari con esperienze simili. La bellezza del progetto Tango T21 è dare ai ragazzi con SD l’opportunità di uscire dalla dinamica “associazione-famiglia” e di frequentare un luogo di studio, insieme ad altre persone accomunate questa volta soltanto dalla stessa passione per il tango. L’obiettivo finale è che i ragazzi possano andare in Milonga (il luogo adibito al ballo del tango) e ballare con tutti, scoprendo l’unicità dell’abbraccio del tango in ogni tanda (la sequenza dei brani). Crediamo fortemente che questa attività, non terapeutica, sia uno degli strumenti utili ad agevolare la relazione tra persone – spiegano – oltre che ad acquisire una migliore motricità, accrescere la consapevolezza del proprio respiro e del linguaggio corporeo”.

Il progetto è nato all’inizio del 2015 e nel 2016 è stato vincitore del concorso UISP Attività sul Sociale. Finora la risposta dei giovani con SD è stata entusiasmante: in decine e decine hanno partecipato con interesse mostrando concentrazione e motivazione allo studio dei passi di tango. Abbiamo potuto osservare dei miglioranti di tipo motorio e relazionale fin dai primi incontri. Insomma, un’occasione per creare delle sinergie di sostenibilità di più progetti legati al miglioramento della qualità della vita delle persone con SD.

Print Friendly, PDF & Email
Translate »