energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Spazio Danza di Sesto: a scuola di tecnica e qualità

Sesto Fiorentino – Il luogo è un complesso di edifici industriali, con il solo pianoterra, che i sestesi conoscono perché ospita la sede dell’Inps, in via di Rimaggio. Nella parte più interna c’è un’insegna luminosa “Spazio Danza”, con l’immagine di una coppia impegnata in una delle figure più suggestive del ballo standard.

E’ qui che studiano e si allenano le coppie che si preparano per le gare della Federazione italiana Danza sportiva, ma è qui anche che si ritrovano tante persone, di tutte le età che vogliono imparare a ballare. Il segreto del successo della scuola di Moreno Lippi, fondata sei anni fa, sta tutto nella capacità del fondatore di aver perfettamente integrato l’attività “social”, il ritrovarsi in gruppo a imparare i balli per recarsi nelle sale il sabato sera con gli amici, con quella sportiva, con le coppie che affrontano dure sedute di allenamento per perfezionare la tecnica e competere al livello nazionale.

Qualche giorno fa al Circolo Manetti di Campi Bisenzio la scuola di Lippi ha presentato il suo saggio di fine corso mostrando a un pubblico molto interessato la grande varietà che offre l’attività del muoversi a tempo di musica. Dalle danze standard  (il Valzer, il Quickstep, lo Slowfox, ilTtango europeo),  a quelle latine (Samba, Cha cha cha, Rumba, Jive, Paso Doble) , ai caraibici, al tango argentino fino alla danza del ventre.  Uno spettacolo ricchissimo condotto con maestria da Lippi che si è anche esibito con la moglie Franca nelle danze standard che spesso lo vedono protagonista nelle gare della massima categoria tecnica.

Non era facile tenere nei tempi e nei contesti musicali così tanti allievi. Ogni anno imparano i primi passi trenta coppie di adulti, 30 bambini, 30 donne single, ai quali si aggiungono i 30 allievi della classe di caraibici di Marzio Ceccolini e Fabiana Russo e le dieci donne di quella della danza del  ventre di Elisa Morelli.

Accanto a Moreno insegnano i balli da sala e i balli standard il figlio Alessandro e Sofiya Aksenchyk, la ballerina con la quale gareggia al livello internazionale,  Giada Ippolito che insegna anche ai bambini e alle coppie che studiano i balli latini.  Ogni settimana tengono lezione per i competitori anche Marco Tocchini, ballerino internazionale di balli latini e Sara Di Vaira, una delle maestre storiche della trasmissione di RaiUno “Ballando con le Stelle”.

Sono 26 le coppie, 8 di latini e 18 di standard,  che stanno per misurarsi ai campionati italiani Fids di Rimini dal 6 al 12 luglio prossimi. Punta avanzata della scuola, testimoni di un’alta qualità tecnica che è garanzia anche per giovani e maturi principianti, i competitori costituiscono una sorta di club nel club che ogni mercoledì  sera e ogni sabato pomeriggio si ritrova alla palestra  di Mantignano per allenarsi sotto la direzione di Alessandro Lippi.

Sono loro la dimostrazione di quanto il ballo possa diventare un’arte purché la passione venga alimentata dall’impegno costante e dall’esercizio fisico. Vertice della piramide del movimento della danza sportiva, i competitori rappresentano un modello della qualità e della serietà di un’attività troppo spesso considerata soltanto un diversivo dopolavoristico. I risultati non mancano: negli ultimi cinque anni i competitori hanno portato a casa 12 titoli italiani, per non parlare delle Coppe Italia.

Nella foto: Alessandro Lippi e Sofiya Aksenchyk

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »