energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Una vita in gioco: Dance for me

Egor e Mie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ uscito quasi tre anni fa, ma è stato abbastanza poco diffuso e trovare un film di formazione per ballerini è cosa rara. Katrine Philp, regista danese, ha seguito la storia di Egor Kondratenko e Mie Lincke Funch, due giovani ballerini di danze latino-americane per i quali la passione per la danza supera qualsiasi cosa e raggiungere la vittoria diventa ragione di vita.

La storia è vera. La quattordicenne danese Mie si rende conto che se vuole entrare nella top sei del ballo, deve cercare un partner al di fuori del suo paese. La scelta cade sul quindicenne russo Egor che lascia la sua patria e la sua casa e si trasferisce in Danimarca, per affrontare con Mie la scalata al successo.

Il percorso sarà durissimo: i due ragazzi insieme sembrano perfetti, ma la strada per l’affermazione è lastricata di difficoltà e pressioni enormi.

Katrine Philp segue il due non solo attraverso le prove estenuanti e le gare emozionanti a cui ogni ballerino di alto profilo è sottoposto, ma anche nella loro vita quotidiana e nella convivenza di Egor con Mie e sua madre. Ne viene fuori la storia commovente di un giovane ballerino che ha lasciato tutto per seguire il suo sogno, e insieme alla sua partner ha grandi aspettative.

Egor e Mie hanno chiaro il loro obiettivo: diventare una leggenda della danza, ma al loro primo torneo internazionale (German Open 2012 a Stoccarda) vengono eliminati mentre emergono criticità anche a livello personale per le difficoltà  che Egor incontra nell’adattarsi allo stile di vita danese.

Poi, improvvisamente le cose cambiano. I due giovani vincono il Danish Latin Championship e vengono selezionati per rappresentare la Danimarca al Campionato Europeo. Qui si conclude il film, preannunciando un percorso ricco di soddisfazioni e successi.

Ma la vita e la storia dei protagonisti sono andate avanti e dopo il 2012, anno di realizzazione del docufilm, le incomprensioni tra i due si sono acuite. Mie ed Egor sono stati partner fino al 2013 ed hanno gareggiato insieme per l’ultima volta il13 luglio a Chengdu in Cina durante il 3rd Chengdu International DanceSport Festival. Ad agosto si sono lasciati. Nei due anni insieme hanno disputato ben quarantadue gare, sempre con buoni risultati.

Egor è rimasto in Danimarca e balla con Evangeline Norgaard mentre Mie, dopo una parentesi con lo spagnolo Pablo Otero Falcon poi ritiratosi dall’agonismo, è attualmente senza partner.

Referenze fotografiche: http://www.srf.ch/kultur/gesellschaft-religion/tanz-in-eine-fremde-kultur

Print Friendly, PDF & Email
Translate »