energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Guitarra, Madredeus (1994)

Un’altra opera di Wim Wenders, un’altra scoperta musicale. Nel 1994 il regista tedesco girò un film che fece scoprire a molti di noi la musica portoghese. O, meglio, il fado, il canto malinconico dell’Oceano,rivisitato con sensibilità e sonorità contemporanee.

Fu solo 20 anni prima, nel 1974, che il Portogallo entrò nella comunità dei paesi democratici dopo 50 anni di dittatura quasi tutta sotto Antonio Salazar che era morto nel 1970. Poi, quasi a sorpresa anche perché Lisbona faceva parte della Nato e dunque era un regime “protetto” dall’Alleanza, i giovani ufficiali, per lo più capitani, dell’esercito portoghese, organizzarono un colpo di Stato che ottenne immediatamente l’appoggio della popolazione, stanca per la grave crisi economica e lo stato di belligeranza permanente per mantenere il controllo delle colonie: Angola, Mozambico, Guinea Bissau.
Fu chiamata “la rivoluzione dei  garofani” dall’episodio di una fioraia che offrì garofani ai soldati che li inserirono nelle canne dei fucili a significare che non avrebbero sparato, che la rivoluzione sarebbe stata incruenta. Ci vollero ancora degli anni prima che si stabilizzasse la situazione e in Portogallo si rafforzasse una democrazia parlamentare.
Nel 1994 il percorso era stato compiuto e Lisbon Story fu come il biglietto da visita destinato al mondo di un paese di grande cultura, protagonista dell’età moderna dell’Europa. Confermando il suo grande intuito, Wenders costruì il suo film intorno al gruppo dei Madredeus, nome che era stato suggerito dal convento Madre de Deus nel quale nel 1986 avevano cominciato a comporre le loro musiche. Frutto di un impasto sonoro fortemente legato alla tradizione del fado, ma rivisitato con strumentazione e arrangiamento moderno, la musica dei Madredeus aveva trovato in Teresa Salgueiro un’interprete di assoluta eccezione. Dalla musica cosiddetta etnica del fado, il gruppo progressivamente passò a una composizione più raffinata e più vicina alle correnti artistiche europee.

Quando uma guitarra trina
Nas mгos de um bom tocador
A prуpria guitarra ensina
A cantar seja quem for
Eu quero que o meu caixгo
Tenha uma forma bizarra
A forma de um coraзгo
A forma de uma guitarra
Guitarra, guitarra querida
Eu venho chorar contigo
Sinto mais suave a vida
Quando tu choras comigo

Print Friendly, PDF & Email
Translate »