energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bello e impossibile, Gianna Nannini (1986)

Sfido chiunque a dire di non aver mai cantato questa canzone a un qualsivoglia anniversario di un amico

Bello e impossibile fa parte dell’album Profumo che fu la consacrazione di un’artista amata non solo in Italia. Il mondo germanico è sempre stato un fan di Gianna, apprezzandone la voce, lo stile serio e impegnato, una certa durezza nel suo porsi, un modello che i giovani tedeschi hanno sempre molto amato. E’ anche per questo che la Nannini venne invitata nel 1987 a cantare nell’Opera da tre soldi di Bertolt Brecht e Kurt Weil che fu allestita ad Amburgo con la partecipazione di grandi stelle internazionali come Sting e Jack Bruce. In una parola la musica della cantautrice senese è una delle pochissime da esportazione espresse dalla penisola ed è ancora questo il motivo che spinse gli strateghi della comunicazione dei campionati del mondo di calcio del 1990 in Italia a scegliere lei e Edoardo Bennato per la sigla che sarebbe stata cantata e ricantata per tutto l’anno: Un’estate italiana. I titoli pubblicati dopo Bello e Impossibile sono stati altrettanti successi. La sua personalità vivace e poliedrica l’ha portata a non tralasciare mai di nutrirsi con l’alta cultura fino alla laurea in lettere all’Università di Siena. Un personaggio dall’impatto così potente non poteva non stupire il mondo per la sua decisione nel 2010 di portare a termine una gravidanza all’età di 56 anni che non l’ha spinta a uscire dal grande circo della musica fino al tour del 2011 che l’ha vista esibirsi in 24 città italiane.
Fra i tanti brani che sono ormai dei must in tutte le balere che si rispettino, come per esempio Meravigliosa creatura e tutti quelli contenuti nell’album del 2007 GiannaBest, Bello e impossibile è diventato sicuramente un inno del pop italiano. Tutti gli uomini vanesi  che l’ascoltano ci fanno un pensierino: che sia alla fine dedicata a me?

Bello e impossibile

 

Bello bello e impossibile
con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale
bello bello invincibile
con gli occhi neri e la tua bocca da baciare
girano le stelle nella notte ed io
ti penso forte forte ti vorrei
bello bello impossibile
con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale
bello e irraggiungibile
con gli occhi neri e il tuo gioco micidiale
non conosco la ragione che mi spieghera’
perche’ non voglio piu’ salvarmi dalla liberta’
e’ una forza che mi chiama sotto la citta’
e se il cuore batte forte non si fermera’
e all’ alba e’ amore nasce col sol cosi
e all’ alba il sole finira’ che cosi’
Tra le tue mani scoppia il fuoco che mi brucera’ ed io non
voglio piu’ salvarmi da questa verita’
c’e’ una luce che m’invade non posso piu’ dormire
con le tue pagine nascoste lo vorrei gridare
Bello bello impossibile
con gli occhi neri e la tua forma d’orientale
Bello bello incredibile
con gli occhi neri e la tua bocca da baciare
Girano le stelle nella notte
Ti penso forte forte ti vorrei Si .i .i
Mi sconvolge l’emozione e non so perche’
oltre il bacio della folla vedo solo te
mentre corro nel tuo sguardo sotto la citta’
e non voglio piu’ mi arrendo chi mi salvera’
e all’ alba e’ amore nasce col sol cosi
e all’ alba il sole ti dira’ che e’ cosi
Bello bello impossibile
con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale
bello bello e invincibile
con gli occhi neri e quel tuo gioco micidiale
scoppia nella notte il sentimento
ti sento forte forte ti vorrei
Bello bello impossibile
con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale
Bello bello invincibile
con gli occhi neri e la tua bocca da baciare
Bello bello impossibile
con gli occhi neri e la tua forma di orientale
Bello e irraggiungibile
sei bello bello impossibile
con gli occhi neri il tuo sapor mediorientale
bello invincibile con gli occhi neri e la tua bocca da baciare
Bello bello impossibile
con gli occhi neri sei bello impossibile
e irraggiungibile

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »