energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Diamonds & Rust, Joan Baez (1975)

Joan è stata una delle più importanti icone di un’intera generazione animata da ideali di pace e uguaglianza. We Shall Overcome, il canto popolare che accompagnò la più famosa manifestazione della storia americana, quella a Washington che si concluse con “I have a dream” di Martin Luther King è legato alla sua voce e al suo volto bello e intenso.

Ma quella storia ora è lontana, mentre parlano di più al nostro cuore le parole che  raccontano di sentimenti vissuti e perduti, di intese e felicità passata come un battito di ciglia.  Diamonds & Rust, diamanti e ruggine, è l’eredità, bella e amara nello stesso tempo, della relazione che Joan ebbe con Bob Dylan fra il 1963 e il 1965, quando i due artisti unirono le loro vite e le loro sensibilità per girare il mondo e raccontare come stava cambiando e come sarebbe dovuto cambiare. In quegli anni la cantante folk di New York era già diventata famosa sulla scena della musica mondiale come  lo stava diventando  il genio perfetto che aveva composto Blowing In The Wind, il primo grande inno del “movement”, il movimento di protesta dei giovani. Nel 1962 e 63 erano usciti i due dischi live della Baez che contenevano anche una cover di Bob Dylan.

La storia finì, la cantante si impegnò sempre di più per difendere i diritti civile e nelle campagne contro la guerra nel Vietnam, ma quel rapporto rimase indelebile nella sua memoria e nei suoi affetti, Così dieci anni dopo, Joan scrisse la canzone che molti ritengono sia la sua più bella proprio perché mette a nudo se stessa ed esprime sentimenti universali. Diamonds & Rust era il quarto lavoro  degli anni 70, dopo la colonna sonora di Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo (1971), insieme ad Ennio Morricone, con la canzone Here’s To You,  e Gracias a la vida (1973), che conteneva canzoni tradizionali latino-americane. E, soprattutto dopo, Where Are You Now, My Son? (1973) nel quale racconta il suo viaggio del Natale 1972 in Vietnam con una delegazione pacifista. Ad  Hanoi fu testimone del bombardamento che colpì la città per undici giorni consecutivi.

“We both know what memories can bring, They bring diamonds and rust”, canta Joan nella canzone che pensa alla sua storia d’amore riportata alla mente da una telefonata di Bob: “Entrambi sappiamo cosa la memoria può portare, può portare diamanti e ruggine”. Poi il ricordo del giovane vagabondo che si è perduto nelle sue braccia e lì è rimasto,  temporaneamente naufrago. Infine la confessione: Ora tutto torna con chiarezza, sì, ti ho amato ardentemente, e se mi stai offrendo diamanti e ruggine, ne ho già pagato il prezzo.
Del brano c’è da segnalare la cover realizzata dalla band britannica Judas Priest, uno dei gruppi più importanti dello stile heavy metal (quelli della doppia chitarra), che ha avuto grande successo, grazie soprattutto allo stile del cantante Rob Halford.

Diamonds & Rust

Diamonds & Rust Live

Diamonds & Rust  Judas Priest

 

I’ll be damned, here comes your ghost again
but that’s not unusual
it’s just that the moon is full
and you happened to call

And here I sit, hand on the telephone
hearing the voice I’d known
a couple of light years ago
headed straight for a fall

As I remember your eyes were bluer than robin’s eggs
My poetry was lousy you said
Where are you calling from
A booth in the Midwest
Ten years ago I bought you some cufflinks
You brought me something
We both know what memories can bring
they bring Diamonds and Rust

Now I see you standing with brown leaves all around and snow in your hair
Now we’re smiling out the window of the crummy hotel over washington square
Our breath comes out white clouds, mingles and hangs in the air
Speaking strictly for me
we both could’ve died then and there

Now you’re telling me you’re not nostalgic
then give me another word for it
you were so good with words
and at keeping things vague

cause I need some of that vagueness now, it’s all come back too clearly
yes, I loved you dearly
and if you’re offering me diamonds and rust
I’ve already paid

But we both know what memories can bring
they bring Diamonds and Rust
yes we both know what memories can bring
they bring Diamonds and Rust

Foto: http://www.musicradar.com/news/guitars/a-z-of-folk-music-478405/2

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »