energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Every Breath You Take, The Police (1983)

Ascoltandola la prima volta non ci sono dubbi: si tratta di una canzone d’amore. Sting veniva fuori da un penoso divorzio e il brano, come del resto stava accadendo pressoché negli stessi anni al Phil Collins di In The Air Tonight. Facile dunque il giudizio: ecco un modo per esorcizzare le pene d’amore perdute.

Ma a porre un attimo di attenzione nella lettura del testo, si ricava un’impressione un po’ diversa. “Qualunque cosa tu faccia, io ti starò a guardare”, I’ll be watching you. Insomma, stai in campana che qualunque cosa tu faccia, in ogni caso ci sono anch’io. Come accade spesso per i capolavori, grandi o piccoli che siano, la loro genesi è frutto di un’ispirazione improvvisa, rapida e inarrestabile. Sting ha raccontato che a lui è arrivata di notte, e che mentre componeva la canzone, emotivamente collegata con la crisi degli affetti, non si rendeva nemmeno conto che “stava pensando a qualcosa come il Grande Fratello”. Proprio in questa ambiguità, in questo carattere un po’ sinistro sta probabilmente la ragione di uno dei più grandi successi della musica rock di tutti i tempi.

Il brano fu inserito come prima tracca dell’album Synchronicity, il quinto del gruppo britannico, considerato dalla critica il loro migliore, ma che fu anche l’ultimo, perché l’anno successivo, il 1984, i tre Police (Sting, Stewart Copeland e Andy Summers) si separarano. L’annuncio fu fatto al termine di un memorabile concerto tenuto a Melbourne, anche se formalmente la band non si sciolse mai al punto che nel 2007 i tre si riunirono per una serie di concerti in tutto il mondo. Le tensioni all’interno delle rock -band nascono quasi sempre dal confronto fra i progetti creativi e le sensibilità artistiche dei singoli, soprattutto se il front – runner diventa una star alla quale si aprono grandissime prospettive di carriera da solista. Otto delle dieci tracce di Synchronicity furono composte da Sting, in conflitto permanente con Copeland che nel 1977 aveva fondato i Police.

L’album precedente, al contrario, Zenyatta Mondatta, era il frutto del lavoro collettivo di tutto il gruppo. Dal punto di vista della composizione musicale, lo stile dei Police è stato definito post – punk e new wave. Certamente i tre fanno tesoro dell’esperienza punk, riuscendo a utilizzare in modo originale le sonorità inventate dai gruppi a acvallo fra gli anni 70 e gli anni 80. La marcia in più è stata la grande cultura letteraria e scientifica ad un tempo di Sting che è alla base di una creatività mai assopita.

Every breath you takeEvery Breath You Take

Every move you make
Every bond you break
Every step you take
I’ll be watching you

Every single day
Every word you say
Every game you play
Every night you stay
I’ll be watching you

O can’t you see
You belong to me
How my poor heart aches with every step you take

Every move you make
Every vow you break
Every smile you fake
Every claim you stake
I’ll be watching you

Since you’ve gone I been lost without a trace
I dream at night I can only see your face
I look around but it’s you I can’t replace
I feel so cold and I long for your embrace
I keep crying baby,baby please!!!

Every move you make
Every vow you break
Every smile you fake
Every claim you stake
I’ll be watching you

Foto: http://psychocydd.co.uk/details.php?id=9eb9cff3c8ac2827eaf8a570ed5a2e9be90d25ec

Print Friendly, PDF & Email
Translate »