energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Everything’s Alright, Andrew Lloyd Webber (1970)

Sono passati più di 40 anni dalla pubblicazione di Jesus Christ Superstar, capolavoro rock del Novecento, e prima grande opera del genio londinese che ha regalato le più belle opere pop della storia della musica

Quale altro modo per mettersi in sintonia con questi giorni pasquali? Certo Jesus Christ Superstar rappresenta una visione molto particolare della passione e della morte di Gesù. Il punto di vista deel narratore non è quello dell’evangelista, ma quello di Giuda, il cui tradimento viene certame nte non giustificato ma inserito in una sorta di grande destino dove a lui è toccato quel ruolo terribile che lo ha distrutto moralmente e fisicamente. Tutti i personaggi del musical vengono infatti visti nella loro profonda umanità, nel bene e nell’amore (Maria Maddalena) e nel male (Caifa) frutto di una crudele ragion di stato: He’s dangeorus, Jesus must die. In mezzo a tutta la girandola di emozioni, sentimenti e malvagità, Gesù porta avanti la sua missione con una forza che trascende la sua natura umana e per questo il messaggio religioso resta forte e coinvolgente.

Frank Lloyd Webber e il suo amico e paroliere Tim Rice portarono a termine l’opera nel 1970. Erano quegli gli anni in cui anche altri guppi lavoravano alla realizzazione di opere rock, che completassero un genere che allora era visto come la grande novità musicale del secolo. Nel 1969 era uscito Tommy dei Who e in quei primi anni 70 apparvero The Rocky Horror Picture Show (1973) e The Lamb lies Down on Broadway dei Genesis (1974). The Wall il capolavoro dei Pink Floyd è del 1978. La voce di Gesù della prima registrazione del Jesus Christ Superstar è di Ian Gillen, il cantante dei Deep Purple, che ha impresso uno stile di timbro e tonalità che seguirono tutti gli altri interpreti a cominciare da Ted Neeley che interpretò il Rendentore nel film di Norman Jewison del 1973. Girato in Israele nei luoghi della Passione, è stato il film a lanciare nel firmamento dello spettacolo autori e interpreti. La trasposizione cinematografica risente chiaramente del gusto e delle tendenze del momento. Si racconta la storia di un gruppo di hippies che decidono di mettere in scena la Passione. La cosa ovviamente non piacque alle autorità vaticane del tempo, ma come è accaduto in alòtre occasioni, la sensibilità religiosa si nutre anche dell’analisi di punti di vista diversi. L’importante sempre e dovunque è l’onestà intellettuale.

Il pezzo Everything’s Alright è uno dei più emblematici del “concetto” dell’opera. Giuda discute con la Maddalena e con Gesù sul fatto che si spendono denari per olii profumati, denari che potrebbero essere donati ai poveri. Gesù invece difende il fatto che ci possono essere momenti nei quali si deve soprattutto pensare all’amore e all’amicizia. Proprio nel radicalismo di Giuda ci sono le premesse della delusione, dell’amarezza e del tradimento.

Foto: www.biography.com

Everything’s Alright

 

Try not to get worried
Try not to turn on to
Problems that upset you
(oh) Don’t you know
Everything’s alright
Yes everything’s fine
And we want you to sleep well tonight
Let the world turn without you tonight
If we try
We’ll get by
So forget all about us tonight
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)
Sleep and I shall soothe you
Calm you and anoint you
Myrrh for your hot forehead
(oh) Then you’ll feel
Everything’s all right
Yes everything’s fine
And it’s cool and the ointment’s sweet
For the fire in your head and feet
Close your eyes
Close your eyes
And relax
Think of nothing tonight
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)
(Guestvocalist:
Woman your fine ointment
Brand new and expensive
Should have been saved for the poor
Why has it been wasted?
We could have raised maybe
Three hundred silver pieces or more
People who are hungry
People who are starving
Matter more
Than your feet and hair)
Try not to get worried
Try not to turn on to
Problems that upset you
(oh) Don’t you know
Everything’s all right
Yes everything’s fine
And we want you to sleep well tonight
Let the world turn without you tonight
If we try
We’ll get by
So forget all about us tonight
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)
(2nd guestvocalist:
Surely you’re not saying
We have the resources
To save the poor from their lot?
There will be poor always
Pathetically struggling
Look at the good things you’ve got!
Think
While you still have me
Move
While you still see me
You’ll be lost
You’ll be so, so sorry
When I’m gone)
Sleep and I shall soothe you
Calm you and anoint you
Myrrh for your hot forehead
then you’ll feel
Everything’s alright
Yes everything’s fine
And it’s cool and the ointment’s sweet
For the fire in your head and feet
Close your eyes
Close your eyes
And relax
Think of nothing tonight
Close your eyes
Alose your eyes
And relax
Think of nothing tonight
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)
(Everything’s all right
Yes everything’s all right yes)

Print Friendly, PDF & Email
Translate »