energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gigante, Piero Pelù (2020)

Altro che vecchia gloria. Piero Pelù, uno dei rocker d’Italia con una carriera artistica di prima grandezza, prima con i Litfiba, poi come solista, poi ancora con il suo gruppo originario, si è messo in gioco nel tritacarne di Sanremo 2020 e, comunque vadano le cose nella finale di sabato 8 febbraio, ha già vinto lo scommessa. Nel 2018 si era già esibito sul palco dell’Ariston, ma come ospite non come concorrente.

“Non sono qui per la gara, sono qui per iniziare i festeggiamenti dei miei 40 anni di musica”, ha dichiarato l’artista fiorentino a Rolling Stone Italia. Ma Gigante, brano dello stesso Pelù e di Luca Chiaravalli, è anche la canzone che contiene una dedica ai ragazzi detenuti nei carceri minorili, in particolare a quelli di Nisida, e una alla nascita del nipote. Il brano rispecchia lo stile inconfondibile rock del cantante, con un accettabile addolcimento, site specific, date le richieste di una platea ultrapopolare e ultratrasversale, dal punto di vista dell’età, qual è quella di Sanremo.

Gigante – ha detto ancora nell’intervista – è chi ha voglia di rinascere ogni volta, ed è la cosa più difficile che si possa fare nella vita. Parlo del coraggio di rinnovarsi”. E’ un messaggio particolarmente attuale in un momento di sostanziale paralisi della società italiana che avrebbe bisogno di di rimettere tutto in discussione sulla spinta delle nuove generazioni.

https://www.youtube.com/watch?v=hAkmNHmUGEM

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »