energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Hai Scelto Me, Zucchero (1987)

Un  brano giusto per il D-Day del referendum. Un giorno il 4 novembre 2016 che sarà da ricordare comunque vada a finire: sia che gli italiani avranno deciso per il Sì alla riforma e quindi al proseguimento della leadership di Matteo Renzi, o avranno preferito il No per ricominciare tutto a capo. Hai Scelto Me è una canzone di Zucchero Fornaciari che fa parte dell’album Blue’s pubblicato nel 1987 che sancì la definitiva affermazione del cantautore blues-rock reggiano. L’album ebbe un successo strepitoso, e divenne quello più venduto in assoluto. Circostanza abbastanza comune nelle biografie dei grandi cantanti rock pop (Sting, Phil Collins etc.) fu concepito da Zucchero in un momento difficile della sua vita quale può essere quello della separazione. I brani acquistano una carica emotiva, dolorosa e melanconica, che aggiunge grande sentimento e forza al linguaggio musicale.

In Blue’s ci sono le hit del primo periodo creativo di Zucchero come Senza Una Donna, Non ti Sopporto più, Pippo o Dune mosse, considerato il pezzo più bello, quello che più si avvicina al genere Blues, che ha scritto insieme al fratello della moglie Marco Figlié che era affetto da sclerosi multipla e che presenta quell’impasto fra italiano, inglese e espressioni dialettali sue proprie. Il significato della canzone è la scelta carica di aspettative, di speranze, per sentirsi diverso e migliore grazie all’amore: “Ho scelto te non lo so quando capita so che mi sento diverso quasi disperso hai scelto me e adesso che… e …ho scelto te amore mio se ti capita fa che sia tutto diverso…”

A noi interessa proprio questa atmosfera di sospensione e di disponibilità, di abbandono alla fiducia che viene dopo aver fatto una scelta fondamentale. Il che dovrebbe essere una premessa per “abbassare i toni” duri e aggressivi di una campagna elettorale che purtroppo è stata specchio fedele di quelle correnti di nihilismo, irrazionalità odio e rancore, che sta attraversando l’umanità.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »