after festival reggio emilia
logo stamptoscana
badzar
after festival reggio emilia
badzar

Happy Christmas (the war is over), John & Yoko (1971)

Venti strani e pericolosi soffiano nel mondo, venti di irrazionalità e di paure che non hanno volti precisi e che sono per questo terreno di cultura del male. Nel linguaggio quotidiano tornano quasi senza che ce ne accorgiamo parole d’odio e di ostilità e anche quella che l’umanità tentava di rimuovere il più possibile, guerra, compare nel vocabolario di nazioni potenti colpite di nuovo dal virus dell’egoismo nazionale.

L’intero sistema di rapporti fra i singoli Paesi e all’interno di essi è avvelenato dalle false notizie che hanno trovato nei più potenti strumenti di comunicazione che l’umanità abbia mai inventato, i social media, canali di diffusione senza ostacoli  e senza antidoti.

L’augurio di Natale di Songs non può quest’anno che essere il canto dolce e riflessivo di John Lennon e Yoko Ono. Happy Christmas (the war is over) fu composta dall’ex Beatle nel 1971 nel momento più intenso della sua campagna contro la Guerra in Vietnam:  A very Merry Xmas – And a happy New Year  – Let’s hope it’s a good one – Without any fear – And so this is Xmas – For weak and for strong – For rich and the poor ones – The world is so wrong  – And so happy Xmas  – For black and for white  – For yellow and red ones – Let’s stop all the fight. Un grande buon Natale e un felice anno nuovo a tutti, di qualunque colore tu sia, e speriamo che sia buono, senza avere paura. Il mondo è così sbagliato, fermiamo tutte le guerre.  

Il brano – ricorda Wikipedia – è ispirato alla vecchia canzone folk tradizionale Stewball interpretato in passato da numerosi artisti, ma il genio di John l’ha fatta diventare uno dei suoi più straordinari inni pacifisti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »