energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I belong to you, Eros Ramazzotti & Anastacia (2005)

Salutiamo Eros in tour a Firenze fino a domani 25 marzo, che ci permette di proseguire il ragionamento avviato con la PFM: il successo più o meno mancato del rock italiano all’estero.

Il discorso ovviamente riguarda Eros solo per contrapposizione. Ramazzotti, eterno giovane, è uno dei cantautori che ha avuto più consensi nel mondo e ha venduto più dischi. E la ragione è abbastanza evidente. Mentre le band si scontrano con una tradizione mostruosa inventata dal mondo anglofono con fenomeni planetari che tuttora pesano come macigni, il nostro cantante cresciuto a Roma ha esportato il sound e la tradizione italiana nella sua accezione migliore. Così non fa alcuna meraviglia che il suo decimo disco, Calma apparente, contenga un duetto con la star americana del momento, Anastacia dalla stupenda voce meticcia, e riesca a vendere in Europa in un solo mese più di 1 milione di copie.

Ma facciamo un passo indietro. Eros è uno dei protagonisti, nel 1981, della grande ripresa del mercato italiano della musica (gli altri sono Vasco Rossi, Luca Barbarossa, Amedeo Minghi, i Matia Bazar e tanti altri), anche per quanto riguarda l’export di dischi. La sua popolarità esplode nel 1984 quando presentò al festival di Sanremo Terra Promessa, ottenendo già fin da allora un’attenzione particolare da parte del mercato di lingua tedesca. Anche i pezzi presentati in riviera nei due anni successivi ricevono un’accoglienza spettacolare: Una storia importante e Adesso tu, che vince la manifestazione canora. Nel 1987 ecco il suo primo duetto con una star internazionale, Patsy Kensit, nel terzo album “In certi momenti”, anticipazione di innumerevoli performance a livello internazionale, una delle più celebri è quella con Tina Turner con “Le cose della vita”, consacrate dal trionfale tour in Nord America nel 1990. Tre anni dopo il singolo Cose della vita riceve un videoclip d’autore, il regista americano Spike Lee. Nell’estate 1995 partecipa al Summer Festival e ha l’occasione di esibirsi con grandi celebrità rock come Rod Stewart, Elton John, Joe Cocker, Jimmy Page, Robert Plant e Sheryl Crow.

Inutile continuare in questo elenco che potete leggere su wikipedia, fra premi internazionali, concerti, riconoscimenti. Arriviamo fra un trionfo e l’altro al duetto con Anastacia. Si tratta di una ballata romantica la cui musica è stata scritta da Eros con Claudio Guidetti e il testo dalla stessa Anastacia e da Kara Dioguardi. Per la cantante di Chicago, che ha combattuto e vinto gravi malattie per tutta la sua vita, la canzone ha significato la conquista del mercato europeo italo – tedesco. Singolarmente mi ricordo una battuta fatta da Eros a un settimanale degli anni 80: “A cosa attribuisci Eros il tuo successo?”, al fatto che “sono vero”.

I belong to you  ( Il ritmo della passione)
adesso no non voglio
più difendermi
supererò dentro
di me gli ostacoli…
i miei momenti più
difficili per te

there is no reason
there’s no rhyme:
it’s crystal clear
I hear you voice and all
the darkness disappears
every time I look
into your eyes
you make me love you

questo inverno finirà
I do truly love you
fuori e dentro me
how you make me love you
con le sue difficoltà
I do truly love you
I belong to you
you belong to me
forever

want you
baby I want you and
I thought that you should
know that I believe
you’re the wind that’s
underneath my wings
I belong to you
you belong to me

ho camminato su
pensieri ripidi
you are my fantasy
per solitudini
e deserti aridi
you are my gentle breeze
al ritmo della tua passione
oro io vivrò
and I’ll never let you go
l’amore attraverserò
you’re the piece
that makes me whole
le onde dei suoi attimi
I can feel you in my soul
profondi come oceani
vincerò per te
le paure che io sento

quanto bruciano dentro
le parole che non ho
più detto, sai…
want you
baby I want you and
I thought that you should
know that I believe
lampi nei silenzio siamo noi
I belong to you
you belong to me

you’re the wind that’s
underneath my wings
I belong to you
you belong to me
adesso io ti sento
I will belong forever
to you

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »