energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

If I Were A Painting, Kenny Rogers (1990)

Rilassiamoci un momento con questa dolce  ballata cantata dal texano country doc Kenny Rogers, che la inserì nell’album Love Is Strange del 1990 (gli autori sono Skip Ewing e Don Sampson).

“If I were a painting” (se fossi un dipinto)  viene considerata uno dei valzer inglesi più belli e ampiamente utilizzato nei concorsi da ballo. Particolarmente riuscito è l’abbinamento testo/musica. Nell’intenzione del compositore la canzone è  lo struggente racconto di un amore infelice. Un dipinto non piange, altrimenti i colori si scioglierebbero, un dipinto è tenuto insieme dalla cornice, dunque non può andare in pezzi; un dipinto non ha sentimenti e dunque la sua amata non può spezzargli il cuore.  Al di là della storia d’amore, il testo cerca di cogliere quell’intenso rapporto d’amore che c’è fra il creatore e la sua opera: la rende viva, ne esalta la bellezza. Ma il rapporto non è univoco: in fondo l’artista non è quello che appare, non è l’uomo o la donna che guardano le loro opere con occhi da innamorati. Nella finzione narrativa sono loro, le creature, ad aver soffiato nel loro finto creatore un momento sia pure fugace e imperfetto che si avvicina alla creazione artistica. Kenny Rogers è una singolare figura di talento multiforme; cantante, fotografo, attore e anche iimprenditore (ha creato una catena di ristoranti). Nella sua lunga carriera ha lanciato più di 120 hit. Qualche anno fa, un sondaggo di Usa Today e People fece emergere che Rogers è il cantante americano più popolare di tutti i tempi. Nel 1985 partecipò, insieme ad altri 45 stelle della canzone, all’iniziativa Usa for Africa, cantando We Are The People. Nel 1983 ha collaborato anche con i Bee Gees.

 

http://www.metacafe.com/watch/6851032/if_i_were_a_painting_kenny_rogers_with_captions/

 

If I were a painting
Captured on canvas
Alone in the portrait I would stand
And brush strokes bold
Yet soft as a whisper
The work of a feminine hand

Caught in a still life
Surrounded by shadows
OR lost in a background of blue

If I were a painting
My price would be pain
And the artist would have to be you

I imagine the colors
Would all run together
If you ever allowed me to cry
So don’t paint the tears
Just let me remember me
Without you in my eyes

It’s only the frame
That holds me together
Or else I would be falling apart

If I were a painting
I wouldn’t feel
And you wouldn’t be breaking my heart

Print Friendly, PDF & Email
Translate »