energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In The Air Tonight, Phil Collins (1981)

E’ la più famosa canzone di Phil Collins in versione solista, ed è stata anche la prima. Una specie di colpo di fulmine con l’ispirazione musicale. Phil lo ha raccontato spesso.

La crisi matrimoniale e il successivo divorzio lo avevano talmente prostrato che non riusciva più neppure a suonare insieme ai suoi colleghi Genesis, Banks e Rutherford. Siamo nel 1979 e naturalmente la musica era l’unico possibile lenimento alla lacerazione e all’amarezza della separazione. Così un giorno si mise al pianoforte e sfogò nelle note la rabbia che gli veniva da dentro. Il miracolo si è compiuto: la canzone riesce a suggerire un’atmosfera di serenità irreale, lontana, mentre le parole esprimono un’ira non più repressa contro bugie e finzioni.  “Well, if you told me you were drowning I would not lend a hand I’ve seen your face before my friend

But I don’t know if you know who I am Well, I was there and I saw what you did I saw it with my own two eyes So you can wipe off the grin, I know where you’ve been It’s all been a pack of lies”.  Beh, se mi avessi detto che stavi affogando, non ti avrei dato alcun aiuto, ho già visto il tuo viso, amico mio, ma non so se tu sai chi sono io;  beh, ero lì e ho visto ciò che hai fatto,  l’ho visto con i miei stessi occhi quindi puoi cancellare quel sorriso, so dove sei stato è stata tutta una montagna di bugie.  Ma la parte che alla fine più resta nella memoria è il ritornello che dà il titolo alla canzone e vale per tante situazione psicologiche nell’esistenza di tutti noi:  “I can feel it coming in the air tonight, Hold on; I’ve been waiting for this moment,  all my life; Hold on; Can you feel it coming in the air tonight,; Hold on, Hold on”.  Riesco a sentirlo venire nell’aria stanotte, oh Dio, ho aspettato questo momento per tutta la mia vita, oh Dio, riesci a sentirlo nell’aria stanotte? oh Dio, oh Dio. Così un “pezzo arrabbiato” in realtà si è trasformato in un dolce canto del ricordo, ed è per questo che In the Air Tonight è fra musiche che più aiutano a rilassarsi e a sognare.
Nell’architettura musicale, indimenticabile è il cambio della batteria, grande virtuosismo con lo strumento che lo ha lanciato e reso famoso. Ed è ovviamente il momento in cui l’autore-cantante-musicista si mette di nuovo ai tamburi. Phil registrò il pezzo nel 1979, il suo discografico disse che avrebbe fatto bene a farne degli altri e a comporre un album intero cui dette il titolo Face Value (1981, la faccia è la sua)  che resta uno dei grandi album capolavoro del rock/pop degli anni 80.

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »