energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Je t’aime… moi non plus, Jane Birkin & Serge Gainsbourg (1969)

E’ la prima e ultima canzone di grande successo “vietata ai minori di 18 anni”, per molti in quello scorcio degli anni 60, era una pornosong da condannare con lo sdegno del “ma dove siamo arrivati?” e dell’immoralità “che non ha più confini”

Ne era convinto, per esempio, il procuratore della Repubblica di Milano che qualche mese dopo l’uscita ne dispose il sequestro per oscenità. Ma si poteva mai fermare un fenomeno pop che corrispondeva perfettamente al clima di contestazione di tutti i tabù e delle regole negli anni che sono stati il punto di svolta di un’intera epoca? Del resto non è scontato che una canzone che racconta onomatopeicamente un rapporto sessuale debba per forza avere  l’etichetta di pornografia. Anzi alcuni ritengono che già nel titolo si possano individuare elementi poetici, con quella contraddizione del “io t’amo, io nemmeno”, che è fortemente significativa dell’ambiguità del rapporto amoroso.

Per i giovani di allora fu comunque una specie di colonna sonora del cambiamento. La sua storia della canzone è stata raccontata dal film Serge Gainsbourg, Vie Héroique (2010) diretto da Joann Sfar con Laetitia Casta nella parte di Brigitte Bardot. Serge, infatti, aveva scritto la canzone un anno prima per il biondissimo mito degli anni 60. Brigitte però temeva a ragione una crisi coniugale e chiese al partner di non pubblicarla. La ritirò fuori quando cominciò la sua relazione con Jane Birkin e fu il lancio definitivo della coppia. Lo scandalo che riuscirono a scatenare in tutto il mondo fu enorme. Molti paesi vietarono che fosse trasmessa via radio. Nel 1976 Gainsbourg fece anche un film che portava il titolo della canzone, ma lo scandalo ormai era pura accademia, perché i costumi stavano cambiando e nessuno riteneva che pellicole come Emmanuelle o Histoire d’O fossero da censurare,

Nasceva ufficialmente il concetto di opere “spazzatura” dove la condanna è pronunciata in nome del gusto e non in quello di una moralità sessuale che non è più quella della regina Vittoria. Così anche Je t’aime…moi non plus resta il documento di una storia e di una società ormai lontana. E poi sicuramente non è la più bella canzone dell’énfant terrible del  mondo musicale francese.

Je t’aime
Oh, oui je t’aime!
Moi non plus
oh, mon amour…

Comme la vague irrésolu
Je vais, je vais et je viens
Entre tes reins
Et je me retiens

Je t’aime, je t’aime
Oh, oui je t’aime
Moi non plus

Oh mon amour…
tu es la vague, moi l’île nue

Tu vas et tu viens
Entre mes reins
Tu vas et tu viens
Entre mes reins
Et je te rejoins

Je t’aime, je t’aime
Moi non plus
oh, mon amour…

Comme la vague irrésolu
Je vais, je vais et je viens
Entre tes reins
Et je me retiens

Tu vas et tu viens
Entre mes reins
Tu vas et tu viens
Entre mes reins
Et je te rejoins

Je t’aime, je t’aime
Oh, oui je t’aime
Moi non plus
Oh mon amour

L’amour physique est sans issue
Je vais et je viens
Entre tes reins
Je vais et je viens
Et je me retiens

Non !
Maintenant !
Viens !

Print Friendly, PDF & Email
Translate »