energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Losing My Religion, R.E.M. (1991)

Non si perde mai la religione, c’è sempre qualcosa in cui si crede.

L’importante è dare un ordine a quello in cui si crede. La vera sconfitta, il vero perdersi, è lasciare che il caos delle cose in cui puoi credere ti sommerga e ti spinga nell’abisso,  Con la religione il brano dei R.E.M Losing My Religion, quello che all’inizio degli anni 90 li lanciò in tutto il mondo, non ha niente a che fare, o almeno così ha dichiarato Michael Stipe, leader del gruppo americano formatosi nel 1980 ad Athens (Georgia). Nel gergo degli universitari americani, to lose one’s own religion significa perdere la pazienza. E la canzone narra per l’appunto di uno che ha perso la pazienza: “ora ho detto veramente troppo, pensavo di averti sentito ridere, pensavo di averti sentito cantare, credo che pensassi di averti visto tentare. Ma quello era solo un sogno era solo un sogno…e se ne va”.  Eppure non si nomina quella parola, religione, invano.  Guardate il video che vinse nel 1991 il Grammy Award, tutto giocato su visioni posticce della religione. Via il posticcio, via le ali finte, solo di fronte a se stesso. Che fare? Pensare che “life is bigger than you” che la vita è più grande di te e che se la onori ti darà delle soddisfazioni. Se la neghi o se le preferisce qualche artificioso surrogato, di qualunque genere sia, sei perduto.

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=_r3k1bgFXdk&feature=related

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »