energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

My Sweet And Tender Beast, Evgeni Doga (1977)

Questa puntata è dedicata a coloro che hanno la curiosità di guardarsi un po’ intorno. Domanda. Sapete qualcosa del pop in Russia? No, anche perché era difficile avere stimoli culturali al tempo dell’Urss.

Eppure vi sono delle musiche che sicuramente avete sentito, anche senza che vi abbiate posto particolare attenzione. Per esempio se vi è capitato di assistere alle riprese televisive di un campionato del mondo di pattinaggio sul ghiaccio. C’è un brano musicale molto utilizzato dai pattinatori e non solo russi. Si chiama la mia bestia dolce e tenera , ma è più conosciuto come “valzer di Doga”, dal nome del suo compositore. Evgeni Doga è un musicista nato in Moldavia, quando era ancora parte dell’impero sovietico. Esordì nel 1963 con un quartetto d’archi e si trasferì a Mosca negli anni 70 per diventare il massimo autore di musica da film, spettacoli e balletti. Uno dei film  porta il titolo inglese “My sweet and tender beast”  (1977) e contiene fra l’altro anche il valzer che ha come caratteristica specifica dei cambiamenti di tempo lento – veloce, che sono ideali per spettacolarizzare una danza o una coreografia di pattinaggio. La popolarità raggiunta dal pezzo è tale da ispirare molte interpretazioni.  La più bella mi pare sia quella di Zara Mgoyan, cantante russo-armena di origine curda, che ha un timbro di voce che fa venire i brividi. Per apprezzare questo pezzo che rientra in una tradizione di grandi valzer dei compositori russi contemporanei, i più noti dei quali sono quelli di Dimitri Shostakovic  (uno è molto conosciuto perché usato dai fratelli Taviani nel film la Notte di San Lorenzo), si consiglia di ascoltarlo prima nella versione strumentale e poi nell’interpretazione di Zara. Per chi ama il pattinaggio, vale la pena vedere la performance della campionessa americana  Sasha Cohen
http://zara.ru/videoItem.php?id=126&language=en

Print Friendly, PDF & Email
Translate »