energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Night Fever, Bee Gees (1977)

Addio voce roca e sofferta  di Peter Gabriel, addio parole dure come pietre dei Pink Floyd o l’hard rock dei Led Zeppelin. Il mondo corre, cambia il sentiment  (all’inglese), cambiano desideri e aspirazioni.

Se c’è un album, un film, un gruppo che rappresentano una svolta , questi  sono sicuramente Saturday Night Fever, John Travolta e i Bee Gees. Anche nel timbro vocale il cambiamento è radicale: le voci melense e in falsetto dei tre fratelli sono una reazione evidente a quanto preferivano i giovani fra il 1965 e il 1975. Nati a Douglas nell’Isola di Man i Bee Gees sono tra i gruppi di maggior successo nella storia della musica. Il nome deriva da Brothers Gibb (fratelli Gibb): le due lettere iniziali in inglese si leggono “Bee” e “Gee”; la esse finale indica il numero plurale. Anche la loro storia è come segnata da un destino. Partiti benissimo, conoscono nella prima metà degli anni 70 un periodo di crisi che nel 1976 viene definitivamente superato per toccare la vetta del successo e della popolarità mondiale prima con la febbre del sabato sera e poi con Staying Alive. Con loro si apre un periodo nuovo in cui stravince la disco music, simbolo della piacevolezza del vivere. Si avvicinano ormai i “favolosi” anni 80 di vita allegra e spensierata: e l’austerità? E l’impegno civile? E le lotte del 1968? Tutto alle spalle, cambiano le parole, cambia la musica. Meglio farsi uno spinello e lasciarsi andare: enrichissez vous, arricchitevi come diceva Colbert. Il guaio è che il ministro di Luigi XIV non aveva precisato per i posteri che bisogna farlo onestamente, altrimenti accade ciò che si cerca di evitare: la decadenza dell’intera società.

Foto: http://www.artemotore.com/musica/artisti/Bee_Gees.htm

Listen to the ground,
there is movement all around.,
there is something going down
and I can feel it.

On the waves of the air,
there is dancing out there.
If it’s something we can share,
we can steal it.

And the sweet city woman,
she moves through the light,
controlling my mind and my soul.

When you reach out for me, yeah,
and the feeling is bright.

Then I get night fever, night fever.
We know how to do it (oh).
Gimme that night fever, night fever.
We know how to show it.

Here I am,
praying for this moment to last,
living on the music so fine,
borne on the wind,
making it mine.

Night fever, night fever.
We know how to do it (oh).
Gimme that night fever, night fever.
We know how to show it.

In the heat of our love,
don’t need no help for us to make it.
Gimme just enough to take us to the morning.

I got fire in my mind.
I get higher in my walking.
And I’m glowing in the dark,
I give you warning.

And the sweet city woman,
she moves through the light,
controlling my mind and my soul.

When you reach out for me, yeah,
and the feeling is bright.

Then I get night fever, night fever.
We know how to do it.
Gimme that night fever, night fever.
We know how to show it.

Here I am,
praying for this moment to last,
living on the music so fine,
borne on the wind,
making it mine.

Night fever, night fever.
We know how to do it.
Gimme that night fever, night fever.
We know how to show it.

Gimme that night fever, night fever.
We know how to do it.
Gimme that night fever, night fever.
We know how to show it.
Gimme that night fever, night fever.

Print Friendly, PDF & Email
Translate »