energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Petite Fleur, Sidney Bechet (1952)

Prima che arrivasse con la televisione lo tsunami della cultura popolare americana, era la Francia che dettava legge. Anche la musica jazz veniva filtrata a Parigi e dintorni, così come accadeva per la filosofia e le scienze umane. Solo nel cinema il flusso degli stimoli era bidirezionale, con l’Italia sicuramente in vantaggio.

Un tipico esempio di quanto accadeva è Petite Fleur, canzone scritta dal grande clarinettista e sassofonista di New Orleans Sidney Bechet, che gli esistenzialisti avevano soprannominato addirittura “le Dieu” tanto per tirare uno schiaffo all’understatement. Bechet sicuramente è stato uno dei primi maestri del genere e il primo a usare il sassofono nel jazz. Vi ricordate come Antoine Roquentin, protagonista della Nausea di Jean Paul Sartre, riesce a scoprire il senso della vita dopo pagine e pagine di vuoto e scelte sbagliate? Ascoltando appunto un capolavoro della musica jazz, quella che arrivava in Europa negli anni 30 del Novecento.  Petite Fleur fu scritta nel 1952, nel periodo in cui Bechet mieteva allori e consenso in Francia, dove si era trasferito nel 1949, e dunque risente con molta evidenza del gusto francese. Ma fu nel 1959 che la canzone esplose in tutto il mondo e divenne un cavallo di battaglia dei jazzisti dell’epoca. Fu lanciata dalla Chris Barber’s Jazz Band e fu allora che Fernand Bonifay e Mario Bua aggiunsero le parole. In Italia Petite Fleur è stata interpretata per esempio da Nini Rosso e la sua tromba, ma tutti i maestri dei fiati, legni od ottoni che siano, la mettono in repertorio. 

http://www.youtube.com/watch?v=2VwtIQvy10M (versione Henri Salvador)

Foto: http://www.technodisco.net/sidney-bechet/petite-fleur
Si les fleurs
Qui bordent les chemins
Se fanaient toutes demain
Je garderais au coeur
Celle qui S’allumait
dans tes yeux
Lorsque je t’aimais tant
Au pays merveilleux
De nos seize printemps
Petite fleur d’amour
Tu fleuriras toujours
Pour moi
Quand la vie Par moment me trahit
Tu restes mon bonheur
Petite fleur
Sur mes vingt ans Je m’arrète un moment
Pour respirer
Ce parfum que j’ai tant aim?
Dans mon coeur
Tu fleuriras toujours
Au grand jardin d’amour Petite fleur… {Break}
Dans mon coeur Tu fleuriras toujours
Au grand jardin d’amour Petite fleur…

Print Friendly, PDF & Email
Translate »