energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Total Eclipse of The Heart, Bonnie Tyler (1983)

Total Eclipse of the Heart è una delle canzoni più belle che ci hanno trasmesso gli anni 80.

Non sono molti i brani di pregio di quel periodo dal punto di vista della composizione musicale. Gli anni 80 saranno soprattutto oggetto di ricerca degli studiosi per i mutamenti nella società affluente europea e americana e molti dei guasti che paghiamo oggi sono il frutto di scelte sbagliate o non fatte in quegli anni in  cui prevaleva l’illusione della crescita senza fine. Ma questo pezzo cantato con una incredibile forza espressiva da Bonnie Tyler è sicuramente da tenere fra le 100 canzoni più belle di sempre. Non a caso l’artista britannica si vide catapultata al primo posto delle classifiche del Regno Unito subito dopo il lancio, avvenuto nel 1983, circostanza che l’ha fatta entrare di diritto nel Guinness dei  primati.

Il successo era già scritto. Total Eclipse of The Heart è  il grido della separazione, della fine dell’amore decisa unilateralmente e senza scampo: “Ritorna”. Ero al centro del mondo,  ora sto cadendo a pezzi  (now I’m falling apart):  “Una volta ero innamorata, ma ora sto solo cadendo a pezzi –  grida la voce roca e potente di Bonnie –  Non c’è nulla che possa fare: un’eclisse totale del cuore. Una volta nella mia vita c’era la luce, ma  ora c’è solo l’amore nelle tenebre, nulla che possa dire, un’eclisse totale del cuore”. Che cosa abbia determinato questa separazione, se un allontamento obbligato o un innamoramento fulmineo e inarrestabile del partner, non è dato saperlo. Ciò che resta è una donna (o un uomo) che cade a pezzi, che non si rassegna, che  alza la sua protesta per difendere la dignità ferita.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »