energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quando ami una donna, Fausto Leali (1996)

Alla fine dell’anno scorso, il 2 dicembre, è uscito il venticinquesimo album dei Rolling Stones “Blue & Lonesome” che contiene dodici cover di brani quasi tutti composti fra il 1955 e il 1961 di musica Blues. Per gli Stones è stato un ritorno alle origini, quei pezzi sono “esattamente le radici e l’essenza stessa della band: tutto ciò che hanno fatto e che fanno proviene da là”, come scrive Giampiero Di Carlo nella recensione di rockol.it.
L’album, nel quale compare come ospite anche Eric Clapton, è dunque l’omaggio di veri musicisti anche alla tradizione musicale nera che è stata una delle genitrici del genere Rock’n Roll negli anni 60.

Anche in Italia c’è stato chi si è  nutrito di quella tradizione e stile musicale che ha progressivamente adattato al gusto italiano. In quegli stessi anni lo hanno soprannominato il “negro-bianco”: Fausto Leali, dice il dizionario del Pop – Rock, fin dall’inizio della carriera “esibisce una vocalità roca, un’animaccia Soul che rimandano ai grandi maestri dalla pelle nera”. Al punto che fu scelto fra i supporter dei Beatles nel loro leggendario concerto al velodromo Vigorelli.

Certo Fausto ha dovuto fare i conti con  il mercato, allontanandosi progressivamente dalla purezza artistica dei primi tempi. Tuttavia non ha mai rinunciato al genere che gli ha dato il successo. Nel 1996 registrò a New York dodici canzoni della musica nera (alcuni tradotti in italiano) e l’anno successivo altri brani celeberrimi, per intenderci quelli cantati da Aretha Franklin, Don Gibson e Sam Cooke. Dal primo album “Non solo Blues” proviene  “When A Man Loves A Woman” tradotta in italiano “Quando ami una donna”, una ballata lanciata nel 1966 da Percy Sledge, un pilastro nella storia del Soul.

 

 

 

 

Foto: Studio90 Italia
www.faustoleali.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Translate »