energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alla scoperta del Casentino, anello della pieve di Socana

imageIl Casentino, la prima valle percorsa dal fiume Arno, è sicuramente una delle aree più attrattive della regione Toscana, per i bellissimi paesaggi e per i tipici borghi che conservano le tracce della storia complicata che ha caratterizzato questa terra.

Domenica 12 giugno Trekking Italia Toscana propone un’escursione intorno alla Pieve di Socana, con sosta a Castel Focognano, di livello facile, di circa 14 km di lunghezza, con un dislivello di 440 mt. in salita e in discesa.

Alla partenza è prevista proprio la visita della pieve, sorta su un importante nodo viario per consentire la preghiera ai pellegrini. La storia dell’edificio è piuttosto singolare, legata anche alla presenza di un altare sacrificale etrusco posto dietro l’abside, risalente al V sec. A.C.. Praticamente questo è stato un tempio etrusco, un insediamento romano con luogo di culto e dal VI secolo si pensa sia stata costruita la prima chiesetta cristiana. Nell’VIII secolo è stata costruita una grande chiesa, con tre navate e tre absidi, larga come l’attuale e lunga il doppio. Con le stesse dimensioni è stata costruita l’attuale chiesa nel X-XI sec., però nel XV secolo alcune parti sono andate distrutte e la lunghezza si è ridotta di quasi la metà. Si tratta di una pieve “artisticamente povera”, forse perché costruita prima di molte altre che troviamo nei dintorni. La torre campanaria risale all’VIII secolo e ha una parte superiore a piante esagonale.

Iniziamo il cammino uscendo dal paese, lungo una traccia di un sentiero CAI che ci porta a salire sulle colline, attraversando aree di fitta vegetazione per poi arrivare ad un laghetto artificiale e alcune zone coltivate. Il percorso ci porta ad addentrarci in campi coltivati a foraggio fino al guado del torrente Soliggine. Sempre attraversando ampi coltivi si raggiunge Castel Focognano, con il suo centro fortificato tra i più antichi del Casentino. Il caratteristico borgo è stato ben ristrutturato, presenta numerosi stemmi araldici sulle pareti dell’ex sede comunale e sui palazzi signorili, traccia delle nobili famiglie che sono passate da questo luogo. La torre di Ronda, unico resto dell’antico castello dell’XI secolo, ospita il Centro di documentazione rurale del Casentino, che merita sicuramente una visita: sarà possibile vedere le testimonianze materiali della vita e delle condizioni socio-economiche delle popolazioni locali, ma anche la documentazione delle tradizioni, delle credenze, degli usi e costumi quotidiani.image

Dopo la sosta pranzo nei giardini pubblici, si prosegue in salita, seguendo la traccia di un vecchio sentiero ormai in disuso, che sale tra i castagni e costeggia un torrentello, fino a tornare di nuovo sulla strada provinciale. Dopo un breve tratto, si seguono le indicazioni per Cinnano e lungo la carrozzabile troviamo ciò che rimane di questo minuscolo borgo, posto in posizione panoramica. Proseguiamo fino ad incontrare Campaccio, un altro borgo con una rinfrescante fonte d’acqua e una piccola casa, ex-chiesa, che sfoggia una piccola meridiana sulla facciata. La strada continua sempre in collina, tra boschetti e coltivazioni, fino ad incontrare un crocevia con una piccola cappella. Raggiungiamo quindi il minuscolo borgo di Ornina alta, dove troviamo anche una graziosa chiesa del Seicento. Seguiamo le indicazioni per il cimitero dove imbocchiamo uno stradello in leggera discesa che ci porta all’edificio abbandonato di Poggio alle Formicole, con bei panorami su particolari formazioni simili a calanchi, dovute all’erosione della collina. Concludiamo con un tratto in discesa, tra querce secolari, coltivazioni di noci e tratti boschivi, fino a ritornare in pianura
per l’ultimo tratto di strada che ci riporta a Socana.

Coloro che desiderano partecipare all’escursione devono telefonare alla sede di Trekking Italia di Firenze ai numeri 055-2341040 o 055-2340998 nei giorni: da martedì a venerdì ore 10.00 – 13.00; martedì, giovedì e venerdì anche in orario pomeridiano ore 16.00 – 19.00. Per partecipare ai trek organizzati è necessaria l’iscrizione all’Associazione; la quota associativa è di € 20.

​Laura Alberighi

Print Friendly, PDF & Email
Translate »