energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anello della Madonna di Montalto – Falterona

imageDomenica 7 agosto Trekking Italia Toscana propone un’escursione ad anello, ancora nel Casentino, che ci offre ristoro in questo periodo estivo. Il livello è medio-impegnativo, la lunghezza è di 15 km circa, 6 ore di durata e un dislivello di 800 mt. in salita e in discesa.
Si parte da una piccola località, esattamente da Madonna di Montalto, a monte di Stia, un piccolo centro posto alla confluenza del torrente Staggia con l’Arno, e si arriva alla sorgente del fiume Arno attraversando stupende abetine e faggete, camminando su sentieri in punti anche abbastanza impegnativi per la pendenza. Gli scenari che possono essere ammirati lungo tale percorso sul versante del Falterona sono stupendi.
Vicino alla sorgente dell’Arno c’è un piccolo lago denominato “lago degli idoli” (foto) perché in epoca etrusca e romana si riteneva che quell’acqua avesse virtù terapeutiche e in ringraziamento agli dei delle guarigioni era usanza gettare nel laghetto una statuetta votiva, un anello, una collana qualche moneta, qualcosa di caro insomma. Non è escluso che il lago fosse sacro a qualche divinità pagana anche in epoche precedenti agli Etruschi e ai Romani.
Nel 1838 una pastorella rinveniva per caso presso questo laghetto una statuetta di bronzo, alta alcuni decimetri. Furono allora effettuati degli scavi e fu rinvenuta una grande quantità di materiale d’interesse archeologico: circa 650 statuette votive, circa 2000 pezzi di armi, punte di freccia, anelli, monete etrusche e romane di bronzo e d’argento e simulacri di parti anatomiche del corpo umano. Il materiale rinvenuto fu trasportato a Firenze e offerto al direttore della galleria d’arte il quale trasmise la proposta di acquisto al Granduca Leopoldo II, ma questi inspiegabilmente rifiutò di acquistarlo e così gran parte dei bronzi fu acquistato da stranieri e trasportato al museo del Louvre e al British Museum. Solo una trascurabile quantità si trova al museo etrusco di Firenze. Molti secoli prima Dante Alighieri, in escursione al monte Falterona, fu testimone del rinvenimento casuale di alcune monete d’argento e ne parla nel Convivio: “…Veramente io vidi il luogo nelle coste di un monte in Toscana che si chiama Falterona, dove il più vile villano di tutta la contrada, zappando, più di uno staio di santelene (monete di epoca romana) d’argento finissimo vi trovò che forse più di mille anni l’avevano aspettato…”
Proprio in questa zona o nella vicina Bocca d’Arno faremo la pausa pranzo, per poi tornare al punto di partenza seguendo un altro sentiero tutto in discesa.

Coloro che desiderano partecipare all’escursione devono telefonare alla sede di Trekking Italia di Firenze ai numeri 055-2341040 o 055-2340998 nei giorni: da martedì a venerdì ore 10.00 – 13.00; martedì, giovedì e venerdì anche in orario pomeridiano ore 16.00 – 19.00.

​Primetta Baldi

Print Friendly, PDF & Email
Translate »