energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Grande Escursione Appenninica, la tappa dal Passo de Mandrioli al Passo della Calla

imageI crinali delle catene montuose hanno sempre un fascino particolare per chi cammina: la visuale spazia a perdita d’occhio e ripaga della fatica fatta per raggiungere le vette. La GEA (Grande Escursione Appenninica) è un itinerario che segue il crinale dell’Appennino tosco-romagnolo e tosco emiliano, lungo in totale 375 km, che Trekking Italia ripropone a tappe con il bus privato. Domenica 8 maggio è prevista la tappa dal Passo dei Mandrioli al Passo della Calla.
Dal passo dei Mandrioli (1175 m.) intercettiamo il sentiero CAI 00 che, in ripidissima salita, porta a quota 1258 m (cima del Termine). Da qui l’ambiente forestale si fa sempre più folto e rigoglioso senza più intervallo, in una continua “immersione” nel verde suggestivo e imponente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
Manteniamo il crinale fra belle faggete sino a incrociare, dopo 2 km, il passo Lupatti (1169 m) su una strada forestale che subito abbandoniamo per continuare la lunga traversata nella foresta e raggiungere a 1394 m il quadrivio di Passo Crocina. Queste secolari foreste sono fra le più pregiate e conservate d’Europa grazie a una complessa lunga storia di controllo e gestione che si svolse fin dal Medioevo con la tutela dei monaci camaldolesi, continuata con la Repubblica fiorentina e la signoria medicea che la gestirono in modo lungimirante, fino alla rigorosa gestione granducale (1850), che introdusse sistemi di taglio selettivo e moderne sperimentazioni di rimboschimento.
Dal passo Crocina il percorso inizia velocemente a scendere per raggiungere la strada bianca e il Rifugio Fangacci (1228 m), snodo fondamentale del sistema viario del Parco.
Lasciamo presto lo sterrato per riprendere il bel sentiero e salire prima ai “Tre Confini” (1354 m) e quindi nuovamente in discesa a Prato alla Penna (1248 m). Da qui inizia il secondo lungo tratto di traversata sul crinale tosco-romagnolo su un ampio e agevole tracciato di oltre 9 km, a tratti interrotto da belle praterie in quota. Raggiungiamo Passo Porcareccio (1453) e successivamente la cima di Monte Scali (1520 m) con ampia visuale sia sulle cime del gruppo del Monte Falterona, sia sul più aspro versante romagnolo. Il percorso interseca per 4 km la Riserva Integrale di “Sassofratino” istituita nel 1959. E’ questa un’area di ripidi crinali super-protetta con lo scopo di conservare uno dei pochi lembi di millenaria foresta giunto a noi quasi intatto.
Il trek continua ormai in costante discesa per gli ultimi 4,5 km sempre in foresta sino a giungere finalmente il Passo della Calla (1295 m), nostra meta finale.
L’escursione è di difficoltà media, prevede circa 7 ore di cammino per una distanza di 20 km, il dislivello previsto è di 750 mt.
Coloro che desiderano partecipare all’escursione devono telefonare alla sede di Trekking Italia di Firenze ai numeri 055-2341040 o 055-2340998 nei giorni: da martedì a venerdì ore 10.00 – 13.00; martedì, giovedì e venerdì anche in orario pomeridiano ore 16.00 – 19.00. Per partecipare ai trek organizzati è necessaria l’iscrizione all’Associazione; la quota associativa è di € 20.
​​​​​​​​​Primetta Baldi

Print Friendly, PDF & Email
Translate »