energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Cecina la XXIV edizione del Meeting Internazionale Antirazzista Cultura, Notizie dalla toscana

Cecina – Esperti, studiosi, giornalisti e amministratori locali di tutt’Europa a discutere di migrazioni, antirazzismo e politiche dell’accoglienza, i temi della XXIV° edizione del MIA – Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina, la manifestazione dedicata ai temi dell’antirazzismo promossa da ARCI, con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Cecina e del Cesvot, che apre i battenti da mercoledì 12 a sabato 15 settembre 2018, nel parco della Cecinella a Cecina Mare (LI).

“Oggi più che mai”, sostiene Gianluca Mengozzi, presidente di Arci Toscana, “è importante rendere più forti i legami di solidarietà tra la popolazione di questo Paese, solidarietà tra le culture, le comunità, tra nuovi e vecchi cittadini. Questi legami positivi sono messi in discussione da campagne sciagurate che inducono sentimenti di diffidenza, paura, rifiuto, creando le condizioni per il riaffacciarsi di razzismo e intolleranza. Mai come oggi, allora, è importante ritrovarsi assieme per rendere attuali ed efficaci le proposte concrete di una nuova civiltà della convivenza e dell’antirazzismo”.

E proprio su questi temi si incentrerà l’incontro della prima serata tra il presidente della Regione Enrico Rossi e il presidente emerito dell’ANPI Carlo Smuraglia, negli 80 anni dalla promulgazione delle Leggi razziali (settembre 1938). Argomenti che torneranno anche nella giornata di venerdì 14 settembre, con l’incontro su “Violazione dei diritti in Europa tra xenofobia e repressione” che vedrà al tavolo del MIA ospiti internazionali.

“Vogliamo mettere al centro dei nostri incontri e dibattiti il diritto di tutti a veder rispettati i propri diritti, rifiutando il conflitto e proponendo modi positivi per affrontare i problemi che ci pongono di fronte questi tempi difficili. – continua Mengozzi – Come ogni anno ci confronteremo con esperti, studiosi, giornalisti e amministratori per comprendere meglio il nostro mondo. Vogliamo fornire a tutti coloro che verranno a trovarci gli strumenti per analizzare i cambiamenti che attraversano le nostre società, per capire i nuovi bisogni e rafforzare i sentimenti di solidarietà ancora diffusi tra le persone”.

Mercoledì 12 settembre, primo giorno del MIA, si parlerà quindi di strategie per l’accoglienza nell’incontro “Accogliere o respingere? L’Europa e l’Italia possono cancellare il diritto d’asilo? Una tavola Rotonda tra amministratori, (tra cui l’assessore regionale Vittorio Bugli, il presidente di ANCI Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni e il sindaco di Cecina Samuele Lippi), associazioni e soggetti del terzo settore che da sempre sono parte di questo percorso.

Al MIA sarà possibile firmare l’appello “Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie” che, a oggi, ha raccolto un milione di firme in almeno 7 paesi membri. Obiettivo di Welcoming Europe è “decriminalizzare” la solidarietà, aprire vie d’accesso legali e sicure verso paesi disposti ad accogliere e proteggere le vittime di abusi. E proprio sulla scia di “Welcoming Europe”, di cui Arci è tra i promotori, giovedì 13 settembre ci sarà l’iniziativa omonima che porterà al Parco della Cecinella rappresentanti delle ONG, delle Istituzioni (come la vicepresidente Regione Toscana Monica Barni), dell’associazionismo toscano (Giacomo Martelli, presidente ACLI Toscana e Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana) ed europeo. La sera, invece, spazio all’approfondimento con il progetto teatrale Eisbolé, con cui le attrici e autrici Fiamma Negri e Giusi Salis denunciano gli stereotipi sui migranti, stimolando una riflessione sulle cause delle migrazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »