energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A FestAmbiente 2016 si parla di Economia civile Ambiente, Cronaca

Firenze – Sarà l’economia civile, circolare e solidale il tema centrale della 28° FestAmbiente la maggiore fiera-kermesse di Legambiente. Numeri ancora più importanti quest’anno rispetto agli anni precedenti, più idee, partecipazione e prodotti in nome della sostenibilità, dell’educazione ecologica, dell’attenzione a tutto ciò che si avvicina il più possibile a un rispetto di se stessi e della natura. Dal 5 al 15 agosto si alterneranno negli stand, sotto i tendoni e negli spazi del Parco regionale della Maremma a Rispescia dibattiti, presentazioni, concerti e spettacoli, offerte di ristorazione all’insegna dei prodotti della Maremma.

Una delle novità è appunto il padiglione dell’Economia civile, concetto introdotto nel Settecento grazie agli insegnamenti di Antonio Genovesi che, secondo Angelo Gentili, coordinatore nazionale di FestAmbiente, è “un orizzonte capace di saldare la sostenibilità ambientale e la solidarietà, le filiere virtuose dell’economia circolare e la creazione di un nuovo welfare, il commercio equo, la finanza etica, la responsabilità delle imprese e la felicità delle persone”.

Insomma attraverso i percorsi della Festa (i laboratori per i bambini, il parco TuttinGioco, l’iniziativa di ScienzAmbiente che l’anno scorso ha avuto un grande successo) si discuterà dei temi più caldi dell’attualità politica ed economica alla ricerca di una visione e una sensibilità che possa vedere le persone al centro e non solo i meccanismi che producono denaro e consumo ai danni del nostro pianeta.

Tra le novità del 2016 anche un maggiore impegno della Regione Toscana, come ha detto l’assessore all’Ambiente Federica Fratoni per “un momento importante di confronto e arricchimento”. La Regione sarà presente con uno stand dedicato al Sistema regionale delle aree protette, la biodiversità marina e terrestre e l’erosione costiera.

Gli organizzatori si aspettano un successo di pubblico analogo  quello dello scorso anno quando frequentarono la Festa più di 70mila visitatori da tutta Italia. Così come da tutta Italia arrivano i volontari (saranno circa 150) che sono la forza di una iniziativa di così grandi dimensioni. A tagliare il nastro della Festa sarà il 5 agosto il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti. Nei giorni successivi si alterneranno ministri e i vertici del Senato (Pietro Grasso) e della Camera (vicepresidente Luigi Di Maio) con altri illustri ospiti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »