energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

A Firenze Jose Munoz maestro del fumetto Notizie dalla toscana

Ventiquattro tavole originali di Jose Munoz, considerato uno dei maestri del fumetto, sono esposte da domani al 28 maggio alla Galleria-Libreria d'Arte Babele di Firenze. La rassegna ''Encres – Nel flusso del divenire'' raccoglie la produzione piu' recente del maestro argentino: astrazioni metafisiche, che lo stesso Munoz, che sarà presente all'inaugurazione, definisce ''fotogrammi dell'anima''. Realizzate a china e inchiostri acrilici su carta e pubblicate da Nuages nel volume ''Encres'', le opere propongono immagini astratte in blu, verde brillante, rosso acero e giallo oro: rappresentazioni di rocce, di abissi acquatici e di personaggi, tratti dai ricordi di un'Argentina che non esiste più, che vanno dipanandosi in una sorta di percorso a ritroso nel tempo. Munoz racconta di essersi stancato ''della bassezza del reale'' e di essersi ''liberato delle costrizioni spaziali del fumetto''. Nato nel 1942 a Buenos Aires, Jose' Munoz ha frequentato la Escuela Panamericana de Arte,  dove è  stato  allievo di Alberto Breccia  e di Hugo Pratt, ed esordisce nel mondo dei comics come assistente di un altro grande maestro del fumetto mondiale: Francisco Solano Lopez. Per i periodici Hora Cero e Frontera illustra storie di Hector Oesterheld, lo sceneggiatore argentino tra i desaparecidos della dittatura militare Videla, e, nel 1963, si mette in luce sulla rivista Misterix con il genere poliziesco.
Nel 1972 parte per l'Europa, stabilendosi a Londra. Prima di trasferirsi in Italia, nel 1974 trascorre alcuni mesi in Spagna, dove conosce lo scrittore argentino Carlos Sampayo: dal sodalizio sulla rivista italiana Alterlinus nasce la serie cult Alack Sinner. Dal 2001 vive a Parigi. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »