energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Firenze la polizia arresta due ucraini dopo un folle inseguimento alle Cascine Notizie dalla toscana

Nelle ultime ore di ieri, 26 ottobre, la polizia di Firenze ha tallonato un furgone rubato che viaggiava nel parco delle Cascine. L’inseguimento è stato talmente concitato che il veicolo è finito contro una siepe. La volante della polizia inseguiva il furgone da viale Guidoni ed in viale Kennedy il conducente del veicolo rubato ha deciso di speronare l’auto della polizia, finendo fuori strada. A questo punto, però, i due passeggeri del furgone, due ucraini irregolari di 28 e 29 anni, sono scesi ed hanno minacciato con delle chiavi inglesi e dei cacciaviti gli agenti, uno dei quali è rimasto ferito ad una mano nella lotta con i malviventi. Dopo la colluttazione, i due ucraini, giù noti alle forze dell’ordine, sono stati immobilizzati ed arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ricettazione, danneggiamento aggravato, possesso di documenti falsi e possesso di strumenti atti allo scasso. All’interno del furgone, risultato rubato pochi giorni fa a Livorno, gli agenti hanno infatti trovato passamontagna, tronchesi, tenaglie, cacciaviti, ferri uncinati e tutto l’occorrente per operazioni di scassinamento. Sempre per sfuggire ad una volante che lo inseguiva, un marocchino di 29 anni che guidava uno scooter rubato si è schiantato contro un’auto in sosta ed è stato arrestato dagli agenti di polizia per ricettazione. Ad Arezzo, invece, l’azione congiunta della polizia ferroviaria e della polizia forestale ha portato all’arresto di cinque persone che sarebbero coinvolte nei recenti furti di rame avvenuti lungo la rete ferroviaria aretina, nei cimiteri provinciali ed in numerose aziende. Gli agenti avrebbero anche scoperto i centri nei quali veniva stoccato l’oro rosso, che sarebbero stati localizzati ad Arezzo e Foiano della China

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »