energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

A Firenze riapre la mensa universitaria di Santa Apollonia STAMP - Università

La mensa di Santa Apollonia è stata restituita agli studenti. Esultano soprattutto gli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia, che tornano a poter usufruire della loro storica mensa universitaria. Da oltre 7 mesi la Sodexo, ditta appaltatrice della mensa fiorentina, aveva fornito un servizio sostitutivo del pasto completo a base di panini, acqua minerale e frutta. Il risultato di questo cambiamento erano state le proteste degli studenti delle sedi del centro storico (via San Gallo, piazza Brunelleschi, via Alfani, via Laura, via Micheli) che usufruivano abitualmente della mensa universitaria. I lavori erano iniziati il 1 luglio e sono terminati il 20 febbraio, ossia oltre un mese dopo i 6 mesi previsti dal piano di intervento per consolidare la struttura di Santa Apollonia,  un convento del Quattrocento che aveva accusato delle ingenti perdite d’acqua nei locali adibiti a cucina. Nonostante il servizio sostitutivo di “pranzo a sacco” fornito da Ardsu (Azienda per il Diritto allo Studio della Regione Toscana), gli studenti avevano più di una volta protestato contro il prolungarsi dei lavori. Anziché riaprire il 7 gennaio, come previsto, lo storico punto di ristorazione dell’Università di Firenze, in via Santa Reparata, ha riaperto oltre un mese dopo anche a causa del gelo delle scorse settimane, che ha costretto a posticipare i lavori. Ormai, però, è tornata a regime e fornisce, come consuetudine, pasti caldi a pranzo ed a cena per gli studenti dell’Università di Firenze.

Foto: www.dsu.toscana.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »