energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Lucca torna la Notte dei ricercatori STAMP - Università

Lucca – Torna a splendere la stella della ricerca su Lucca grazie alla Scuola IMT Alti Studi e a “Bright 2017 – La notte dei ricercatori” (www.bright-toscana.it/lucca). Per il terzo anno consecutivo, una settimana tutta dedicata alla divulgazione scientifica, con conferenze, visite guidate, laboratori dedicati ai bambini e momenti musicali che si terranno non solo nel Campus della Scuola, ma anche in altre sedi sparse per la città, dall’Orto botanico ai musei nazionali, dalla biblioteca di IMT, nella chiesa di San Ponziano al complesso di Sant’Agostino. Il programma, che vede la partecipazione di ricercatori da tutta Italia, enti e aziende locali, si rivolge agli studenti delle scuole superiori lucchesi e a tutti coloro che vorranno conoscere o approfondire cosa accade dietro le quinte della ricerca.

“Bright – La notte dei ricercatori”, che si terrà il 29 settembre in contemporanea in oltre 250 città europee, è stata presentata questa mattina (lunedì 18 settembre) dal professor Pietro Pietrini, direttore della Scuola IMT e da Marcello Bertocchini, presidente di Flafr (la Fondazione Lucchese per l’Alta Formazione e la Ricerca), insieme all’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Stefano Ragghianti e al delegato alla ricerca della Scuola, il professor Marco Paggi. Con loro anche Eugenio Baronti, amministratore delegato di Zefiro, e Felicia Caponigri, dottoranda a IMT.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »