energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Pisa il Meeting nazionale Educare alle differenze Notizie dalla toscana

Pisa – Sesta edizione di Educare alle Differenze, che quest’anno si terrà a Pisa il 28 e 29 settembre 2019. Il meeting nazionale di insegnanti, associazioni e genitori di tutta Italia che hanno a cuore un’educazione
fondata sulla differenza come valore e risorsa è organizzato dalla associazione nazionale Educare alle
differenze e dal nodo pisano Rete Educare alle differenze Pisa e sarà ospitato dall’Istituto Comprensivo
“L. Strenta Tongiorgi”.

Centinaia di docenti, genitori, oltre 250 associazioni e il mondo dell’educazione e della formazione si
riuniranno in città per un fine settimana di workshop, incontri, letture e teatro, con una grandissima
ricchezza di proposte: l’ultima edizione palermitana ha ospitato 35 laboratori esperienziali suddivisi in tavoli
tematici, 4 tavole rotonde di approfondimento, assemblee in plenaria, spettacoli per riflettere, spazio
infanzia e librerie.

«Nel corso degli anni, abbiamo popolato le città di Roma, Bologna e Palermo con i nostri contenuti» racconta
Carlotta Monti di RED – Rete educare alle differenze Pisa, «a settembre saremo a Pisa, con un appuntamento che valorizzerà il patrimonio di esperienze educative di tutta la Toscana e nello stesso tempo ambirà a sviluppare connessioni tra chi – in qualsiasi parte d’Italia- realizza progetti dedicati alla promozione
delle differenze, coltiva nella scuola spazi di riflessione, condivisione e partecipazione. In città abbiamo
bisogno di elaborazioni collettive sull’educazione alle differenze, soprattutto in un momento in cui questi
percorsi sono a rischio e spesso sotto attacco. Occorre quindi sviluppare insieme strategie di resistenza.»

L’associazione Educare alle Differenze è una rete di associazioni che opera sul territorio nazionale dal 2017 e lavora per una scuola capace di costruire cittadinanza, inclusione e uguaglianza, attraverso corsi di
formazione dedicati alle scuole di ogni ordine e grado, confronti territoriali, ricerche, statistiche e
pubblicazioni, condivisione di buone pratiche e di metodologie all’avanguardia.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »