energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Pisa le Giornate di storia del paracadutismo Notizie dalla toscana

Pisa – Sono in programma a Pisa dal prossimo 24 ottobre le “Giornate di storia del Paracadutismo italiano”, la prima edizione di una serie di iniziative per far conoscere la storia delle aviotruppe italiane, organizzate dal Comune di Pisa e dal Centro studi di Storia del paracadutismo militare italiano. Il prossimo giovedì 24 ottobre, il giorno dopo la 77^ ricorrenza della celebre battaglia, si terra la conferenza “El Alamein. La divisione Paracadutisti Folgore nella battaglia”; il 25 ottobre alla Caserma Gamerra si svolgerà la tradizionale Festa della Brigata paracadutisti Folgore, mentre per tutto il mese di novembre sarà possibile visitare, su prenotazione, il Museo delle Aviotruppe.

A presentare il calendario Pierpaolo Magnani, assessore alla cultura del Comune di Pisa, Marco Bertolini, generale, presidente dell’associazione nazionale Paracadutisti d’Italia e già comandante della Brigata Folgore, e il professor Federico Ciavattone, direttore del Centro studi di Storia del paracadutismo militare italiano.

«Siamo soddisfatti di collaborare con la brigata Folgore – ha detto l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani -. In questa iniziativa vi è la duplice ragione di far conoscere il Museo delle aviotruppe che ha una sua unicità e rappresenta un’eccellenza in uno specifico settore e promuovere un rapporto sempre più solido tra gli uomini della Folgore che a Pisa si addestrano e partono per importanti e pericolose missioni, e la cittadinanza».

«La storia del paracadutismo italiano non è solo la battaglia di El Alamein – ha detto il generale Marco Bertolini – perché la Brigata Folgore è stata una delle più impiegate dal Dopoguerra ad oggi su tutti i fronti caldi nei quali l’Italia è stata impegnata, in Libano, Somalia, Iraq fino ai Balcani e da 19 anni ininterrottamente in Afghanistan. Per raccontare e far conoscere questa storia l’associazione che presiedo che comprende 11mila paracadutisti di tutte le generazioni, si è affidata al Centro studi  di Pisa».

Nell’aprile scorso, infatti, a Pisa si è costituito il Centro studi di Storia del Paracadutismo Militare Italiano, con sede presso il Museo Storico delle Aviotruppe di Pisa (Caserma “Gamerra” del Capar), e si propone di costituire un archivio (cartaceo, digitale, audio-visivo), una emeroteca e una biblioteca fruibili agli storici, ai ricercatori.

«Quello di Pisa è l’unico Centro studi in Italia sul paracadutismo militare e il suo scopo – ha detto il professor Federico Giavattone – è promuovere e divulgare la storia del paracadutismo militare italiano e – più in generale – la storia delle istituzioni e della cultura militare italiana».

Il primo evento in programma per la prima edizione delle “Giornate di storia del paracadutismo italiano” è giovedì 24 ottobre (Palazzo Gambacorti, sala delle Baleari, ore 17.00) con la conferenza “El Alamein. La divisione Paracadutisti Folgore nella battaglia” con gli interventi del professore Federico Ciavattone e del colonnello Cristiano Maria Dechigi che illustreranno la battaglia di El Alamein, saranno presenti anche il generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini e presidente nazionale dell’Associazione Paracadutisti, il sindaco di Pisa, Michele Conti e l’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani. Venerdì 25 ottobre, invece, presso il CAPAR (Caserma Gamerra) di Pisa si terrà la festa della Brigata Folgore, alla presenza delle massime autorità civili e militari.

Venerdì 29 novembre (Parco della Tenuta di San Rossore, sala Gronchi,  09.00-18.00) si svolgerà la conferenza dal titolo “Assalto dal Cielo! Le grandi operazioni aviotrasportate eseguite e mancate, della Seconda Guerra Mondiale”, con la partecipazione di storici e militari esperti di storia del paracadutismo e delle aviotruppe, tra cui Marco Bertolini, Alessandro Borghesi, Ivan Caruso, Andrea Ungari, Fabio Riggi, Enrico Pollini, Paolo Formiconi, Prof. Gastone Brecci, Federico Ciavattone, Cristiano Maria De Chigi, Basilio Di Martino, Giovanni Giostra, Beniamino Vergori.

Foto: Ciavattone, Magnani, Bertolini

Print Friendly, PDF & Email

Translate »