energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Abbiamo perso due punti. Gli arbitri? Insufficienti, da Seconda categoria” Sport

E' stato un finale di partita dalle tinte forti quello di Fabio Zuccaro, mister della Sestese. L’allenatore, a pochi minuti dal fischio final del match terminato 1-1, dopo un alterco con la terna arbitrale, è stato allontanato dal campo.
Mister Zuccaro, contro il Vicchio non siete andati oltre il pareggio. Ci vede un punto guadagnato o due punti persi?"
Considerando l’andamento della partita e le palle gol che abbiamo avuto nel corso della gara, posso considerarli personalmente due punti buttati al vento. Però, d’altro canto, partite così sono altrettanto facili da perdere, quindi è importante aver smosso comunque la classifica. Le altre squadre avevano impegni piuttosto duri su altri campi, quindi è sempre importante allungare, seppur di poco".
Nel primo tempo, però, soffrivate gli avversari.
"All’inizio siamo stati un po’ timorosi e inoltre avevamo un problema tattico. Quando, poi, loro sono andati in vantaggio ci hanno scombussolato tutto l’assetto iniziale. Ho cercato, così, di mettere un esterno e ho detto ai miei di essere più incisivi sotto porta.  Inizialmente la squadra era impostata, non dico per contenere, ma per mantenere almeno un certo equilibrio. Avendo già due attaccanti, avevo messo quattro centrocampisti affinchè tenessero bene il campo, ma poi, come già detto, al primo gol sono saltati gli equilibri. Il Vicchio è una squadra forte, sorniona, e noi avevamo difficoltà a concretizzare. Ho cercato comunque di vincerla, questa partita".
Venivate da un 5 a 0 pesante contro il San Giovanni Valdarno. Cos’ha detto in settimana ai suoi ragazzi.
"No, pesante solo dal punto di vista numerico, ma chi ha visto la partita può benissimo dire che sarebbe potuta finire 3 a 1, o 4 a 2. La scorsa settimana avevamo avuto occasioni clamorose anche sul 5 a 0 che, per carità, non sarebbero valse granchè, ma certamente avrebbero reso meno bugiardo il risultato. Loro erano stati semplicemente più cinici sotto porta, dei cecchini infallibili. E quando hai una squadra che fa gol con così tanta facilità, è giusto che vinca. Comunque la mia non è una squadra che si butta giù per un risultato andato male. In settimana siamo rimasti concentrati e oggi non ci eravamo portati nessuno strascico".
A fine partita ha fatto i complimenti ai suoi giocatori?"Sì, come sempre, per l’impegno e perché non mollano mai. Ho dieci giocatori in quota di cui sette titolari, quindi meritano il rispetto mio e di tutti".
Quanto pesa l’assenza per squalifica di Biondi?
"Pesa molto, ma per fortuna non ne abbiamo risentito, almento quest’oggi. Forse solo un po’ all’inizio, ma visto l’andamento della gara posso dirmi soddisfatto anche del sostituto".
Cosa ci dice sul suo allontanamento dal campo da parte dell’arbitro?
"Un qui pro quo col guardalinee. Io stavo urlando ai miei che gli avevamo regalato un angolo, ma l’arbitro, forse esasperato dalle mie proteste, ha frainteso pensando avessi urlato “gli avete regalato un angolo”. Penso che sapesse benissimo che non ce l’avevo con lui, infatti ha giustificato la mia espulsione ricordando le proteste che avevo accennato in precedenza. E’ la legge della compensazione. Dire che la terna è stata insufficiente è un complimento, credo che farebbe fatica ad arbitrare anche in seconda categoria".

Alessandro Testa

Print Friendly, PDF & Email

Translate »