energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Abolizione pena capitale in Virginia, Firenze esulta e s’illumina di verde Breaking news, Foto del giorno

Firenze – Firenze, prima città al mondo ad abolire la pena di morte – nel 1786, ai tempi del Granducato di Toscana – continua la campagna per l’abolizione nel mondo della pena di morte. Ieri sera  si sono illuminate di verde le sei porte storiche della città per accendere i riflettori sull’abolizione della pena di morte nello stato americano della Virginia, diventata il primo stato del Sud ad abolirla, il 23° degli Stati Uniti d’America.

La misura è stata firmata il 24 marzo dal governatore democratico Ralph Northam dopo che nelle scorse settimane era stata approvata dalla Camera e dal Senato locali. Ieri, le porte cittadine dunque si sono illuminate di verde nella notte, illuminazione realizzata a cura di Silfi

“Firenze ha accolto con grande soddisfazione la notizia dell’abolizione della pena di morte in Virginia – ha detto il sindaco Dario Nardella -, una svolta storica che segna un passo in avanti per l’umanità. Dalla nostra città, schierata da sempre per i diritti umani, abbiamo rilanciato a inizio anno un appello contro la pena di morte e per una moratoria delle condanne perché la pena di morte e la tortura non sono degne di Stati civili e non possono essere usate come un mezzo di correzione”.

“Illuminando di verde le porte storiche della città vogliamo sottolineare l’importanza della decisione presa dallo Stato della Virginia – ha spiegato il sindaco – e tenere alta l’attenzione dei cittadini su questo tema. Il diritto alla vita e il rispetto della dignità dell’uomo sono prioritari, la giustizia non ha bisogno della pena di morte e continueremo a far sentire la voce di Firenze su questi temi: deve essere posta la parola fine alle esecuzioni capitali in tutto il mondo”.

Foto: Ufficio stampa comune di Firenze, Enrico Ramerini

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »