energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Accessibilità: inaugurato il Crid di Scandicci Notizie dalla toscana

È stato inaugurato oggi, 3 ottobre, il Centro Regionale di Informazione e Documentazione sull’accessibilità. Il Crid, che ha aperto il suo ufficio nella Scuola Nazionale Cani Guida per Ciechi di Scandicci, è nato grazie alla collaborazione di Regione, Uncem Toscana, Provincia di Pistoia e varie associazioni toscane impegnate in materia di accessibilità (Società della Salute Colline Metallifere e Alta val di Cecina, Articolazione Zonale della Media Valle del Serchio, Azienda U.S.L.2 Lucca Zona Distretto Valle del Serchio e Comunità Montane dell’Alta Val di Cecina, Colline Metallifere e della Media Valle). Il Crid offrirà vari servizi gratuiti, fra i quali un archivio di risorse digitali, consulenze sull’accessibilità e sulle normative in tema di barriere architettoniche e, infine, un supporto locale per le amministrazioni che ne faranno domanda. Per accedere ai servizi del Crid sarà sufficiente dialogare mediante lo sportello telematico, mentre per incontri diretti sarà necessario un appuntamento. A margine dell’inaugurazione del Crid, l’assessore regionale al Welfare, Salvatore Allocca, ha ricordato che «sono cambiate le esigenze, la percezione del concetto di inclusione, in senso ampio. Diventa quindi necessario dotare il territorio di centri come questo in grado di fornire risposte concrete a richieste che, in tema di accessibilità, sono sempre più numerose. Ricordo, giusto per fare un esempio, che in Toscana è ancora esiguo il numero di Comuni che si sono dotati dei famosi PEBA, i Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche. Il Centro è stato creato anche per venire incontro alle difficoltà di chi ha il compito di redigere i piani». Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana, ha invece affermato: «Il nostro obiettivo è quello di offrire a tutti i cittadini toscani un punto di riferimento regionale importante per promuovere la cultura dell’inclusione e del benessere ambientale, attraverso interventi di informazione e consulenza sia agli enti pubblici che ai privati cittadini».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »