energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Accordo informatizzazione tra Tribunale Firenze e Camera Commercio Innovazione

Camera di Commercio e Tribunale di Firenze hanno siglato un protocollo per informatizzare e snellire i tempi di trattazione dei processi civili e penali. Nell’intesa la Camera di Commercio mette a disposizione le sue conoscenze di informatica, posta elettronica certificata, nonché le competenze dell’ufficio studi per quantificare e monitorare i diversi bisogni di giustizia, espressi dal territorio. Uno dei primi obbiettivi è il supporto allo sviluppo del Processo Civile Telematico, da qualche tempo attivo presso il Tribunale di Firenze. Gli altri interventi riguarderanno i mandati di pagamento on line, la creazione di una banca dati della giurisprudenza del Tribunale, un progetto che riguarderà l’area penale, lo sviluppo dell’“Ufficio del Processo” che coinvolge studenti, tirocinanti e avvocati, oltre all’Università, e infine un progetto volto a dare forte impulso a un ricorso sempre più ampio e adeguato alla mediazione-conciliazione.

“Accelerare le procedure e la funzionalità del Tribunale di Firenze sarà un enorme vantaggio non solo per le imprese fiorentine, ma per l’intera società civile del nostro territorio – ha evidenziato il Presidente della Camera, Vasco Galgani –  la Camera di Commercio mette a disposizione risorse materiali e immateriali, ma più che altro la sua esperienza quarantennale nell’ambito dell’informatizzazione delle procedure".

Da parte sua il Presidente del Tribunale, Enrico Ognibene non ha mancato di rimarcare come “la firma di oggi consacra una positiva collaborazione già da anni operativa tra Tribunale e Camera di Commercio di Firenze. Il protocollo si inserisce nel percorso virtuoso portato avanti dal Tribunale con le istituzioni pubbliche attive sul territorio con l’obbiettivo di migliorare e rendere più funzionali le procedure organizzative di erogazione del servizio giustizia alla comunità dei cittadini”.

Questi alcuni degli obbietti che si prefigge l’accordo: bonificare ed integrare i dati nei registri informatici civili; dispiegare i software ministeriali di redazione dei magistrati; rilasciare in via telematica copia delle sentenze civili; creare banche dati delle sentenze civili sia per il rilascio informatico di copia che per la consultazione dei precedenti; svolgere corsi di informatica avanzata per il personale amministrativo e per i magistrati; dispiegare, con eventuali ulteriori finanziamenti, assistenza continuativa nella fase di avvio del PCT; realizzare una formazione specifica per il PCT.

Già oggi il Tribunale di Firenze è attivo nel Processo Civile Telematico con i seguenti servizi a valore legale: decreti ingiuntivi; esecuzioni immobiliari; comunicazioni di cancelleria; depositi dei provvedimenti dei giudici.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »