energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Acf, quattro schiaffi alla Scalese Sport

Ruggito fiorentino. Nel derby del calcio toscano un travolgente Firenze supera di misura le avversarie della Scalese, continuando la striscia di risultati utili nata con il pareggio napoletano. La squadra di mister Sauro Fattori  esprime, durante tutto l’arco dei novanta minuti, il calcio propositivo che l’aveva contraddistinta nella scorsa stagione imponendosi con un perentorio  4-1. A.C.F.  tambureggiante fin dalle prime battute di gioco con una serie di rimpalli velenosi in area della Scalese. Una impetuosa discesa di Guagni è solo il preludio al vantaggio che arriva al 9’,  su assist della stessa numero dieci viola  sfruttato voracemente da Rinaldi.
Il vantaggio non sembra bastare alla compagine fiorentina e, prese dal furore agonistico, le locali continuano ad attaccare la porta difesa da una Frediani dalle indiscusse quanto ottime qualità.
Guagni calcia alto sopra la traversa da pochi passi, Adami delizia il pubblico con un palo direttamente da corner ma è Ferrati a regalare il raddoppio grazie ad un destro secco dal limite dell’area che, dopo una deviazione del numero uno, bacia la traversa ed entra in rete.
Non desistendo dal cercare di allungare le distanze, l’A.C.F., cavalca l’entusiasmo delle due reti messe a segno ed è sempre Guagni, al 43’, ad impensierire le ospiti con una conclusione su cui Frediani si salva con un impeccabile colpo di reni.
A contenere le sfuriate viola ci pensa però una linea difensiva, formata da Giatras, Spagna I., Ballotti e Chiorazzo,  fisica ed attenta che cerca a più riprese di tamponare l’azioni di attacco avversarie.
L’unico squillo azzurro è un fievole tiro di Cavicchi allo scadere della prima sezione di gioco.
La ripresa è un condensato di emozioni diviso fra un iniziale timore di rimonta ospite, nei primi giri di orologio,  ed una festa viola a cui anche i supporters fiorentini, accorsi sulle gradinate di San Marcellino, hanno partecipato.
Al 49’ D’Antoni accorcia le distanze portando la propria squadra sul 2-1: Binazzi commette, in area,  una sregolatezza su Panicucci ed il signor Camilli, della sezione di Foligno, decreta l’estrema punizione.
Poco dopo è Ballotti ad impensierire la retroguardia  dell’A.C.F. con uno stacco di testa, su corner, neutralizzato da Valgimigli.
In una fase di scompenso tattico è il Firenze a colpire per il momentaneo 3-1: Borghesi cavalca fino alla trequarti avversaria, serve un assist millimetrico a Guagni che con freddezza supera Frediani ed appoggia delicatamente in porta.
Non sazie delle reti messe a segno è Rinaldi a concludere più volte ma la difesa san miniatese si rivela abile nel lasciarla costantemente in out-side.
Al 74’ Fenili fa correre un brivido sulla schiena fiorentina, approfittando di un errore negli ultimi dieci metri dell’A.C.F..
Il 4-1 definitivo è di marca Razzolini-Rinaldi con la prima che rifinisce e la seconda che regala un cucchiaio, a tu per tu con Frediani, suggellando una propria prestazione giornaliera di alto livello.
L’ultimo gesto balistico, di pregevole fattura, lo regala la stessa punta di origini abruzzesi esplodendo un destro secco stampatosi sulla traversa.
Nota negativa della giornata un infortunio ad Alia Guagni a cui vanno tutti i migliori auguri di una pronta guarigione.


Freme mister Sauro Fattori soddisfatto per la prima vittoria stagionale: ”Sono indubbiamente contento per il risultato anche se, a dire la verità, non ci esprimiamo ancora come è nelle nostre capacità.nQuesto esito è incoraggiante per il morale, senza dubbio utilissimo in chiave campionato ma già  da sabato l’incontro con il Tavagnacco servirà per mantenere  i piedi ben saldi a terra. Settimana per settimana ora dobbiamo lavorare per riacquistare le posizioni che competano a questa piazza: attenzione non tratto delle alte sfere del campionato ma di un tranquillo settimo o ottavo posto che possano permettere al Firenze di salvarsi senza avere grandi problemi.”

Coach  Nico Mattioli afferma: ”Il momento che stiamo vivendo non è dei migliori. Non posso dire lo stesso del Firenze, una squadra che ho potuto constatare reattiva, letale nelle ripartenze, compatta, in generale una buona formazione. Sono soddisfatto delle mie ragazze, ci hanno messo il cuore. Quando trovi un Firenze così onore al Firenze.”

FIRENZE-SCALESE 4-1 

Settima Giornata di Serie A

FORMAZIONE FIRENZE: Vagimigli, Parrini (90’ Tortelli), Fusini, Binazzi, Benucci, Baldini, Ferrati, Orlandi, Rinaldi, Guagni (60’ Razzolini), Adami (53’ Borghesi). A disposizione del tecnico S. Fattori: Fedele, Esperti, Vigilucci, Teci.

FORMAZIONE SCALESE: Frediani, Giatras, Spagna I., Ballotti (80’ Lucente), Chiorazzo, Baldi (59’ Tramonti), Cacciatori, Cavicchi, Ceci, D’antoni, Panicucci (65’ Fenili). A disposizione del tecnico N. Mattioli: Durante, Bachi, Spagna S., Gironi.

AMMONITE: 34’ Cacciatori (Scalese); 35’ Cavicchi (Scalese); 88’ Ceci (Scalese).

MARCATRICI: 9’, 79’ Rinaldi (Firenze); 32’ Ferrati (Firenze); 49’ rig. D’Antoni (Scalese); 58’ Guagni (Firenze).

ARBITRO: Camilli Sez. Pisa


Foto:Ufficio Stampa: Mattia Martini.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »