energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Addio a Pier Francesco Listri, maestro di giornalismo di qualità Cronaca

Firenze – Si è spento nella notte scorsa, nella sua casa sulle colline di Firenze, fra domenica 7 e lunedì 8 marzo Pier Francesco Listri, una delle firme storiche del giornalismo fiorentino, dopo una lunga malattia. Era nato a Livorno nel 1932.

Autore di tanti saggi storici e letterari, in particolare sulla storia di Firenze, Listri ha cominciato la sua attività giornalistica al Nuovo Corriere diretto da Romano Bilenchi, una delle esperienze giornalistiche più importanti del dopoguerra.

Passato a La Nazione, è stato per decenni caporedattore e firma di primo piano, un gigante di quell’informazione di qualità che oggi viene tanto invocata e non sempre raggiunta. Dotato di un’intelligenza brillante e multiforme, Listri non è stato solo un maestro di giornalismo, ma un esempio vero di come si può esercitare questa professione ad altissimo livello.

Fra le sue collaborazioni, quelle per il Giornale, Il Sole 24 ore, L’Espresso, Il Ponte, collaborando successivamente a Radio Rai come regista, conduttore e produttore di programmi culturali. Celebri le sue iniziative per la radio, capaci di spiegare concetti profondi con parole semplici.

Il linguaggio semplice ma ricchissimo di contenuti, era la sua vera specialità, ricordano i colleghi. “Quel suo modo di parlare, e soprattutto di scrivere, che affascinava tutti coloro che hanno avuto la fortuna di lavorare con lui a La Nazione e ovunque”.

Tanti i riconoscimento, dal Fiorino d’Oro per concittadini illustri dato dal Comune di Firenze, il 17 febbraio 2017 al prestigioso Pegaso della Regione Toscana. Ma da parte di tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato c’è un grazie, dal profondo del cuore, per quello che Pier Francesco Listri ha insegnato e che lascia.

Il presidente Sandro Bennucci e tutti gli organismi dirigenti dell’Associazione Stampa Toscana partecipano, affranti, al lutto della famiglia e dei figli: “Un grazie da parte di tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato dal profondo del cuore, per quello che Pier Francesco Listri ha insegnato e che lascia”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »