energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Addio indignati, anzi arrivederci Cronaca

«Nonostante l'immobilismo della Giunta Renzi, domani gli indignati dovrebbero spontaneamente smontare la tendopoli di SS. Annunziata», hanno annunciato i consiglieri comunali del Popolo delle Libertà Emanuele Roselli e Jacopo Cellai ed il consigliere del Quartiere 1, Andrea Badò.  «Una vittoria del PdL – hanno ricordato – che da tempo ha denunciato una situazione di degrado che certo non fa onore ad una delle piazze più belle di Firenze, ed una sconfitta per una Giunta che non ha mosso un dito per salvaguardare il decoro urbano del centro storico e per tutelare il rispetto delle regole che anche in questo caso sono state ignorate e calpestate». «Adesso – hanno concluso – la Giunta si dia una svegliata: dopo due anni e mezzo, nonostante mille annunci e parole al vento, la situazione delle piazze del centro storico versa in condizioni pietose, diventate ormai bivacchi a cielo aperto per zingari, punkabbestia, sbandati e ubriaconi. È tempo di passare dalle parole ai fatti, dando seguito alle tante richieste dei cittadini che in più di un'occasione sono state portate all'attenzione dell'amministrazione dai consiglieri del PdL che più di un atto hanno presentato a riguardo. Renzi non ha più scuse: non può più nascondersi nemmeno dietro le tende degli indignati». Da alcune settimane gli indignati fiorentini erano accampati in piazza Santissima Annunziata, ma da domani, come spiega una loro nota, leveranno letteralmente le tende ed abbandoneranno la piazza del centro storico di Firenze. «Dall' 11 novembre – si legge nel comunicato di Occupy Firenze – l' accampata ha costituito un vero e proprio laboratorio sociale in cui persone, cittadini comunitari e non, hanno sperimentato la possibilità d' incontrarsi e confrontarsi sui temi riguardanti le crisi e i bisogni sociali con un approccio aperto, inclusivo e quindi apartitico». L’accampata verrà sospesa, ma Occupy Firenze, come spiega sempre la nota dell’associazione, ha intenzione di estendere la sua protesta ad altri luoghi del territorio toscano. E, comunque, l’assemblea degli indignati fiorentini continuerà a riunirsi in piazza Santissima Annunziata con cadenza settimanale. Il prossimo appuntamento con Occupy Firenze è fissato nel foro fiorentino per le 11.30 di mercoledì 30 novembre.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »