energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Adech”: una pellicola fantasy girata tra Pistoia e Firenze Cinema

Excursus toscano nella cinematografia fantastica: ADECH, film scritto e diretto dal regista toscano Alessandro Cecchini vede nel suo cast anche Alessandro Benvenuti. Nella pellicola il regista mescola scienza e fede in un’eterna lotta tra il bene superiore e quello economico. La protagonista Sofia (che nel film rappresenta la Sapienza), interpretata dall’attrice Lavinia Parissi ha scoperto una medicina prodigiosa e intende venderla a basso costo per il bene dell’umanità e questo la porta a scontrarsi con gli interessi delle case farmaceutiche rappresentate dal Malvagio Primarius (Emidio Cheli). Solo il professor Cardini, interpretato dallo stesso regista Alessandro Cecchini, aiutato dalla giornalista Sandra Neri (Giusy Landi) è l’unico in grado di aiutare Sofia a trovare il modo di rivelare all’umanità la sua vera essenza. L’attore Alessandro Benvenuti, si presenta nel ruolo del Maestro Alchemicus, l’istruttore di Sofia, il quale le insegnerà come utilizzare il suo dono.

E’ la consapevolezza di voler scoprire di più su noi stessi ad essere il filo conduttore di tutta la vicenda. Domande antiche, ma sempre presenti dentro di noi. Antiche come la famosa frase: “Entra. Arrestati. Conosci te stesso” Ed è proprio la scoperta e conoscenza del vero se che sta alla base dell’idea originale del film. Queste le parole del regista al riguardo: “ADECH vuole trasmettere un messaggio. Ed è la curiosità di tutti noi verso un certo argomento. Un argomento che ci riguarda ma che abbiamo dimenticato. Il mio film è una storia fantastica, ma dietro ogni mito, dietro la fantasia esiste sempre un verità velata, e la metafora è lo strumento idoneo per comunicare alla coscienza un qualcosa di astratto.

A fare da sfondo a questa storia alcune delle locations più suggestive del Comune di Pistoia. Come afferma il regista: “siamo stati molto fortunati a poter girare in luoghi così suggestivi, come Pistoia Sotterranea ed il rifugio Bellico di Campotizzoro – dice Cecchinistavamo cercando una biblioteca antica, non molto grande, da ricreare quella atmosfera giusta che serviva a noi, e questo lo abbiamo trovato nella Biblioteca Forteguerriana.” Altra location importante è l’antica Piazza della Sala, scelta da Cecchini per un altra scena chiave del film. Infatti la prima scena di apertura si svolge proprio in piazza della Sala, nel cuore del mercato cittadino pistoiese. Altre location le abbiamo a Firenze con la biblioteca delle Oblate, la facoltà di ingegneria, il giardino Robert Baden-Powel, Montedomini e a Scandicci, Il castello dell’Acciaiolo. Nella colonna sonora possiamo trovare musiche originali di Emiliano Sciarra e Alessandro Cecchini, composte appositamente per il film.

La prima proiezione del film si terrà il 25 novembre alle ore 21:00 allo Spazio Alfieri di Firenze in via dell’ulivo, 6. In seguito il film verrà replicato in vari cinema toscani.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »