energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Adolescenti pisani ‘si sfidano’ nei panni di eurodeputati Società

Adolescenti pisani fanno palestra come deputati Ue. La sala consiliare della Provincia di Pisa è stata teatro nei giorni scorsi della sessione territoriale del Parlamento Europeo Giovani: in aula, studenti del liceo scientifico Buonarroti di Pisa e dell’Itc Cattaneo di San Miniato hanno vestito per un giorno i panni di membri dell’emiciclo comunitario; e divisi in otto commissioni, hanno simulato un vero e proprio dibattito, districandosi tra interventi di attacco e difesa, chiarimenti fattuali, clausole operative e votazione finale. Le discussioni si sono incentrate sui più svariati argomenti di attualità: dall’integrazione dei rom ai diritti dei detenuti nelle carceri, a quelli delle persone omosessuali; dall’esaurimento incombente delle riserve di combustibili fossili al caso Wikileaks; dai film anti-islamici alle (relative) forme di limitazione alla libertà di espressione esistenti anche nell’Unione; dalla lotta all’obesità a quella contro la tratta di persone per sfruttamento sessuale. A fine seduta, premi individuali e collettivi. Come miglior delegazione è stata incoronata la “Commissione diritti dell’uomo” (foto) formata da quattro ragazze del Buonarroti: Anita Giannasio (classe 4a E) e Sonia Sbrana (classe 4a E), Monica Maurelli (classe 4a F) e Irene Brunetti (classe 4a B); come relatori singoli, Mirena Rampulla e Francesco Capuano.
Soddisfatti per la positiva riuscita dell’iniziativa, il presidente della Provincia, Andrea Pieroni, e l’assessore all’istruzione, Miriam Celoni. “Il Parlamento Giovani – dice Pieroni – è un appuntamento che arricchisce il panorama delle occasioni con cui vogliamo favorire la conoscenza dell’Europa, non come concetto astratto ma cercando di entrare nel vivo delle istituzioni”. Da Celoni, una speciale nota di merito alle scuole partecipanti: “Un grazie di cuore a studenti e insegnanti: nonostante il periodo di agitazione che ha portato entrambi gli istituti ad adottare una delibera con cui hanno sospeso tutte le attività extradidattiche, hanno fatto un’eccezione per essere a questa giornata”. Giornata la cui organizzazione è stata curata dalla stessa Provincia, in particolare attraverso il proprio ufficio Europe Direct, in collaborazione con l’associazione Parlamento Europeo Giovani, che ha affiancato i ragazzi nella preparazione dei dibattiti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »