energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aeroporto, lavoratori sul piede di guerra Cronaca

Aeroporto di Firenze, lavoratori sul piede di guerra. Perchè? I motivi li spiega l'esponente sindacale Filippo Rinaldi, coordinatore regionale dei trasporti dell'Usb, che fa una breve panoramica dei fortissimi disagi in cui si dibattono i dipendenti della Giaccheri sas, trasformatasi in Servizi Integrati sas, che si aggiudicò a suo tempo l'appalto della gara indetta da Adf, la società di gestione dello scalo fiorentino.

Intanto, cosa fa l'ex-Giaccheri da poco Servizi Integrati sas (il passaggio è ancora in fase di verifica da parte dell'Adf)? Si occupa di carico e scarico bagagli, oltre che dello stivaggio e pulizia degli aeromobili. Occupa, fra full time e part time, tempo indeterminato e determinato, circa una trentina di persone, di età media oscillante fra i 40 (qualcuno più giovane) e i cinquant'anni.
E a questi lavoratori spesso lo stipendio arriva in forte ritardo. Un "brutto vizio" che perdura da tutto il 2011, d quando cioè la società ha vinto l'appalto. Per fare un esempio, spiega Rinaldi " a dicembre non solo gli stipendi sono giunti in ritardo, ma anche le tredicesime sono state pagate con  un bizzarro porcedimento: il 35% dopo Natale, il 65% l'altro ieri. Permangono gli arretrati non pagati quanto riguarda i contratti a termine". Da segnalare che i lavoratori, anche in mancanza di stipendio, sono andati regolarmente a lavaorare tutte le le mattine.

In realtà, potrebbe pensare qualcuno, tutto sommato alla fine i soldi arrivano. "Sì, ma si tratta di stipendi definibili di sussistenza – spiega Rinaldi – vale a dire sono stipendi che da mille euro possono arrivare a mille e duecento euro. Ciò significa che hanno natura di 'stipendi di sopravvivenza'; significa che se non arrivano con puntualità, non si riesce a pagare l'affitto, la bolletta, la rata di Equitalia e via di questo passo. Perciò è fondamentale che siano almeno puntuali".

E dunque cosa propone l'Usb? "In buona sostanza, riteniamo che sia doveroso per il committente, vale a dire Adf, farsi carico, con opportune pressioni e indagini, del problema, assumendosi quelle che possiamo ben chiamare le sue responsabilità".  Infatti come ricorda il sindacalista, i disagi dei lavoratori sussistono anche per quanto riguarda gli strumenti stessi del mestiere, mezzi, indumenti professionali e quant'altro possa essere di utilizzo per la migliore produttività e sicurezza degli operatori. "In questo senso, nel senso dunque della migliore fruibilità di un servizio pubblico, l'Adf deve assumersi un ruolo di controllo".
Della sussistenza di una situazione molto delicata per i lavoratori della Giaccheri presto Servizi Integrati sas si parla anche in una nota della Cgil Firenze, settore trasporti, che aggiunge anche la sussistenza di "licenziamenti mascherati", vale a dire lavoratori a tempo determinato "cui non è stato confermato il contratto". Inoltre, ribadisce la presenza di "gravi ritardi nel pagamento degli stipendi e tredicesime e  carichi di lavoro eccessivi con conseguenti problemi per la sicurezza dei lavoratori e dei passeggeri dell’aeroporto di Firenze".
La richiesta del sindacato alla nuova proprietà e ai vertici di Adf  "è quella di aprire una fase di controllo e di verifica di tutti gli appalti in essere, affinché si possano affermare anzitutto i diritti dei lavoratori".

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »