energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aerei sul Cupolone, nessuna protesta Politica

Pista dell'areoporto, il paradosso lo stana il presidente della Provincia Andrea Barducci: la nuova pista parallela convergente, tecnicamente runway 12/30, consentirebbe, qualora fosse costruita, il decollo e l'atterragio di aerei indifferentemente sia dalla parte di Prato che da quella di Firenze. Il che vorrebbe dire, come sottolinea la nota tecnica in proposito consegnata nei giorni scorsi alla Regione Toscana, che in svariati casi la città di Firenze "verrebbe inevitabilmente sorvolata dagli aeromobili". Con due conseguenze: da parte di Adf, la soddisfazione di vedere "significativamente aumentata la capacità aeoroportuale"; da parte dei fiorenbtini, il quasi sicuro innalzamento della soglia di rumore cui saranno esposti. Aumento dei decibel che, anche nel caso in cui venisse utilizzato in via preferenziale l’atterraggio dalla parte di Prato, continuerebbero a incombere sulle orecchie dei cittadini: sono previsti comunque sorvoli a bassa quota della città di Firenze in quelle fasi tecniche di volo che in gergo aeronautico si chiamano “mancato avvicinamento”.

“Trovo sorprendete il silenzio che accompagna queste notizie – dice il Presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci – anche perché al momento non esiste uno studio dettagliato sull’impatto acustico che gli abitanti della città di Firenze dovranno sopportare nei casi di sorvolo a bassa quota. Ad esempio, quanto rumore sarà avvertito nelle aule del nuovo tribunale o in quelle del polo universitario ogni volta che questi edifici saranno sorvolati da un aeromobile? Quanti decibel colpiranno chi abita a Novoli, Rifredi, Romito o nei pressi di Piazza della Libertà?”.

Ed ecco il paradosso: “Trovo altrettanto sorprendente – aggiunge Barducci – il silenzio di quanti finora si stracciavano le vesti solo all’idea di veder passare la tramvia nei pressi del Duomo. Ora l’ipotesi di sorvolo a bassa quota del Cupolone va bene a tutti?”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »